La squadra che ha giocato la gara di ritorno playoff, insieme all’assessore allo sport, Fabrizio Biuzzi.

Empoli, 11/06/2019

Terminato
il Campionato di Serie C di Hockey Inline, è il momento di fare un
bilancio sulla stagione dei Flying Donkeys, da considerare molto
positiva, nonostante alcuni infortuni, e soprattutto una fase Playoff
conquistata con grande fatica, condizionata da alcune assenze
pesanti, a causa del mancato raggiungimento del numero minimo di
partite per poter partecipare (6 invece di 8), da parte dei due
“fuori quota”, il giovane Matteo Carboncini (in prestito al
Padova per la serie A), e Mattia Pazzaglia, in prestito dal Ferrara,
sempre militante in serie A.

Aggiungendo
a questi giocatori anche gli infortunati Mario Milcik (menisco), e
Domenicali (frattura della clavicola), l’elenco degli assenti era
troppo lungo per competere alla pari, soprattutto nei playoff
promozione.

Ma
andiamo per ordine:

Esordio
più che promettente in casa, contro i Monsters Milano, con un netto
7 a 3, che alimenta subito l’entusiasmo.

Meno
positiva la prima partita fuori casa, contro i Canguri Brebbia, dove
subito vengono a mancare i 2 fuori quota, a causa della concomitanza
con l’inizio del Campionato si Serie A (la squadra ha resistito per
un tempo, per poi subire una sconfitta per 4 a 1).

Questo
sarà un po il leit motif delle trasferte, nelle quali si riesce a
stento a raggiungere il numero minimo per poter giocare, e spesso
mancano i giocatori di maggior spessore.

 

Mirco Giorgetta, capocannoniere dei Flying Donkeys con il 4° poeto assoluto

A
questo, aggiungiamo il fatto l’Empoli è l’unica squadra del
girone, che per risparmiare sui km percorsi gioca 2 partite
consecutive in trasferta, e si capisce la differenza tra le
prestazioni in casa, e fuori.

Al
Pala Aramini, battute, oltre ai Monsters di cui sopra, il Savona
(7-3), Torrepellice (12-6), Brebbia (8-6), Wind of USA (13-4),
Falcons (9-3), unica sconfitta subìta, per 4 a 2, dalla capolista
Torino.

Fuori
casa, cambia la musica, eccetto nell’ultima giornata capolavoro
(14/04), dove la mattina i Gialloblu riescono a battere il
Torrepellice (7-4), e nel pomeriggio il Savona (6-3), guadagnandosi
un meritatissimo terzo posto nel girone, e l’accesso diretto ai
playoff.

 

Capitan Errico in azione

L’avversaria
dei playoff per l’accesso alle finali sarà una delle 2 di Asiago
(i Newts), ma contro la squadra più forte del Campionato di serie C
(arriverà prima alle finali, guadagnando la promozione diretta in
serie B), non si possono regalare 4 tra i migliori giocatori ella
squadra (come già elencati Milcik, Carboncini, e Pazzaglia, e
Domenicali) , e sia gara 1, che gara 2, si traducono in due nette
sconfitte.

 

Mattia Pazzaglia

Le
note positive di questa stagione vengono dai giovani, che sono
nettamente cresciuti, e promettono bene per la prossima, e
l’inserimento di alcuni atleti ai vertici delle classifiche
cannonieri (4° Giorgetta, 10° Capitan Errico, e 12° Matteo
Carboncini (nonostante abbia giocato solo 6 partite). Nella
classifica assist, 7° Marco Lotti (uno dei veterani), e 8° Matteo
Carboncini, e infine l’ottimo 4° posto di Giorgetta nella
classifica a punti.

 

Mario Milcik in azione

Un
particolare elogio da parte di coach Carboncini va a Capitan Errico,
che a causa dei numerosi impegni del coach stesso (nei Campionati
giovanili under 18, 14, e 12, spesso concomitanti con la serie C),
ha dovuto svolgere il ruolo di giocatore-allenatore, doppiamente
faticoso, riuscendo a dare un grande apporto alla squadra nello
svolgimento delle partite più difficili.

 

Massimiliano Cuseri

Per
la stagione 2019/2020 ci aspettiamo alcune novità dai giovani, e la
speranza di aver l’appoggio da parte di uno o più sponsor, per
dare una mano nelle spese di trasferta, cercando di evitare le doppie
partite, che si sono mostrate troppo faticose per i giocatori.

 

A sinistra Marco Lotti, dietro Lorenzo Benazzi, e il portiere Matteo Mafucci.

In
base al budget, e al numero di giocatori a disposizione, si deciderà
entro Luglio se affrontare un Campionato alla ricerca della
promozione in serie B, oppure se restare nell’ambito puramente
amatoriale.

CAMPIONATO SERIE C SENIOR,UN BILANCIO SULLA STAGIONE APPENA FINITA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su