COMMENTI Finale 3° 4° FINAL FOUR

INVICTA MODENA - HOCKEY EMPOLI = 1-2 (1-1)

MODENA: Silvia Grottanelli (p), Mareika Bombarda (c), Eleonora Bianco, Arianna Castaldini, Giulia Guizzardi, Martina Succi, Teresa Turillo, Paola Rizzi, Fabiola Berardi, Rebecca Fiorese, Michela Angeloni. All. Aldo Berardi.

EMPOLI: Serena Boschi (p), Lara Amici (p), Domenica Tudini (c), Valeria Guglielmino, Chiara Battocchio, Carol Belvedere, Laura Giannini, Martina Marroncini, Martina Massa, Giulia Pagliaricci, Rosalba Pirino, Paola Politi, Eleonora Raia, Alessandra Salvatore, Martina Ventura. All. Stefano Carboncini.

ARBITRI: Liotta di Riccione e Rizzi di Piacenza.

RETI: 05’40” Angeloni (M), 11’19” Politi (E), 38’09” Raia (E).

PENALITÀ: 28’01” Berardi (2’), 39’02” Berardi (2’), 39’02” Ventura (2’).

Quintetti iniziali:

per Modena : Grottanelli, Guizzardi, Castaldini, Fiorese, Angeloni;

per Empoli : Boschi, Raia, Tudini, Pirino, Massa.

1° tempo (1-1). Coach Carboncini relega in panchina Guglielmino per precauzione, dall’altra parte invece Berardi terrà in pista sempre le due ex Spinea Angeloni e Fiorese. Avvio titubante delle padrone di casa che pagano psicologicamente lo scotto per la cocente delusione della sera prima. La voglia di riscatto tuttavia non manca di certo alle biancazzurre, ma Raia in contropiede dopo 34” è troppo altruista e il suo passaggio lungo si perde in balaustra. La 1ª parata della partita la effettua allora Boschi (43”), seguita al 1’56” dalla collega Grottanelli su tiro centrale di Pirino. Entra in pista la 2 linea empolese composta da Salvatore, Politi, Giannini e Ventura e proprio quest’ultima si rende subito protagonista al 3’03”. Al 3’56” gran lancio dalle retrovie di Salvatore, ma Massa – comunque la più pericolosa delle sue nelle battute iniziali del match nonostante qualche difficoltà di troppo nel controllo del disco – si fa ipnotizzare a tu per tu col goalie modenese. Al 5’24” gran tiro dalla distanza di Angeloni, para Serena. Sono le avvisaglie del vantaggio ospite che arriva 16” dopo: Empoli si fa trovare sbilanciata, le emiliane vanno al tiro in contropiede; Boschi c’è e trattiene il disco, ma non abbastanza, a detta del duo arbitrale, per evitare l’intervento risolutore di Angeloni, autentica bestia nera delle Ciuchine (nella Final Six della passata stagione siglò 4 reti nel 7-1 con cui lo Spinea negò la finalissima alle biancazzurre). Vane le proteste delle atlete di casa per una presunta carica sul portiere. Angeloni, galvanizzata dal gol, è un’autentica furia, ma stavolta il suo tiro è centrale e non impensierisce Serena (5’55”). Carboncini ritiene di non dover chiamare ancora time out e allora ci pensano, prima Raia (bolide al 6’37”), e poi Pirino (conclusione di poco a lato al 7’08”), a suonare la carica per le Ciuchine Volanti. Ma è un fuoco di paglia perché Modena prosegue nel proprio assalto con un doppio tentativa dell’altra ex Spinea Fiorese. Empoli un po’ in confusione contro un Modena che tiene benissimo la pista, costringendo ad un grande lavoro i difensori di casa, in primis Raia e Tudini, che quindi devono limitare le proprie consuete folate offensive e anche quando si affacciano in attacco, finiscono per farlo inevitabilmente con scarsa lucidità. Modena può inoltre contare su sara-cinesca Grottanelli (9’07”). Quando poi non ci arriva il 27 ospite ci pensa la sfortuna a negare il gol alle biancazzurre come in occasione del palo esterno colpito da capitan Tudini dopo un travolgente coast to coast (9’55”). La dea bendata prima toglie e poi rende ed ecco arrivare il rocambolesco pareggio locale al 10’19”: disco perso da Modena, Giannini si invola sulla fascia e serve al centro per il tap in sotto rete di Politi; Grottanelli ci arriva, ma il disco varca lo stesso la linea di porta (1-1). Passano 38” e par di assistere al replay dell’azione precedente, solo che stavolta, sull’assist perfetto di Laura, Paola arriva meno convinta e il goalie ospite non si fa sorprendere. Dall’altra parte Boschi non è da meno risolvendo due situazioni complicate. Al 12’28” Massa si mangia in contropiede il possibile 2-1 anche se gran parte del merito va alla solita Grottanelli che si ripete subito dopo in un altro “incontro ravvicinato” con la stessa Martina. Al 14’22” fa il suo ingresso in pista Guglielmino il cui tiro al 15’36” è centrale. Tanto basta però a Berardi per chiamare il time out e riorganizzare soprattutto l’assetto difensivo delle sue. Al 16’07” palo di Angeloni, mentre al 16’50” Politi scivola in contropiede. Dopo un ottimo intervento di Boschi, anche la giovanissima Pagliaricci tenta la conclusione, ma senza angolare abbastanza (17’47”). Il 1° tempo si chiude con Guglielmino che, nonostante le precarie condizioni fisiche, riesce lo stesso a seminare il panico nella retroguardia avversaria (18’27”).

2° tempo (0-1). La ripresa si apre col serio pericolo portato alla gabbia biancazzurra al 21’06” da capitan Bombarda che fallisce il 2-1 a tu per tu con Boschi anche perché splendidamente contrastata da Raia in ripiegamento difensivo. La stessa Raia trova anche le energie per rendersi pericolosa in attacco, peccato che al 21’49” non riesca di poco a centrare lo specchio della porta. Al 22’50” gran discesa di Guglielmino, mentre al 23’54” Politi non sa approfittare di un eccellente assist di Ventura. Ritmi più alti nella ripresa, con leggero predominio territoriale empolese, ma con folate modenesi sempre insidiose. Guglielmino è un’autentica spina nel fianco della difesa bianconera (27’19”) tanto che Berardi è costretta al 28’01” ad una trattenuta ai suoi danni ed è la 1ª a subire una penalità in questa finale di consolazione. Empoli non approfitta però del power play nonostante i numerosi tentativi dalla distanza di Raia. Grottanelli chiude bene lo specchio anche contro Valeria (32’20”) e, dopo un ottimo intervento della collega aretina su Fiorese (33’07”), compie un autentico miracolo su una conclusione sotto porta di Politi, nuovamente assistita da Ventura al 33’26”. Il goalie ospite si fa trovare invece leggermente impreparata sul tentativo da lontano di Marroncini al 35’05”, ma il risultato rimane fermo sul punteggio di parità. Carboncini schiera allora una linea ad alto rischio di 2 vs 1 composta da Raia, Tudini, Guglielmino e Pirino e, dopo l’ennesima parata prodigiosa di Grottanelli sul capitano biancazzurro (37’34”) e il time out chiamato al 37’56”, vede premiata la propria scelta al 38’09” quando, su azione personale, Raia manda il disco dritto nel sette (2-1). E’ il gol che decide la finalina e regala il meritato 3° posto a Empoli. Un grande plauso va alle modenesi che tanto hanno fatto sudare in questa partita le Ciuchine Volanti.

  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions






  • login









4 utenti In linea

google
Ricerca interna: