Hockey Empoli Il coraggio delle scelte

Classifica FIHP società HOCKEY IN LINE 2008 /// LAVORI RISTRUTTURAZIONE PISTA///

EMPOLI, 26.02.09 – Pare passato un secolo ed invece sono solo otto mesi. Otto mesi in cui il sodalizio presieduto da Fausto Beduini ha dovuto prendere decisioni coraggiose che hanno stravolto orizzonti, considerati fino a quel momento consolidati, per intraprendere nuovi e più ambiziosi progetti. Ma soprattutto progetti con basi più solide e di più ampio respiro. Facciamo un passo indietro per capire meglio questo percorso e torniamo alla trionfale stagione 2007-2008 nella massima serie, culminata con lo storico 4° posto al termine della regular season ed annesso diritto a partecipare alla Coppa Europa, una sorta di Coppa Uefa dell’hockey in line. Una stagione che, nonostante la grave perdita iniziale del compianto portiere titolare Alessio Del Marco e il taglio natalizio dei due americani per motivi tecnici, aveva regalato grandi emozioni ai tifosi biancazzurri. Non a caso, nella classifica NAZIONALE ufficializzata un mese fa dalla Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio relativa all’attività agonistica di hockey in line 2007-2008 (in tutte le categorie, compresa la versione in “rosa”), l’Hockey Empoli risulta 2° ( vedi tabella allegata ), dietro solo ai colossi dell’Asiago Vipers pluricampioni d’Europa. Due imprese su tutte: le vittorie in trasferta sulla pista dei campioni d’Italia e d’Europa in carica degli Asiago Vipers (7-8) e il netto successo in quel di Vicenza (0-3) in diretta nazionale su Rai Sport Satellite. Dalle stelle alle stalle in poche settimane: eliminati in modo rocambolesco dai play off proprio dai Diavoli Biancorossi, i Ciuchi Volanti erano attesi da una tegola d’inizio estate ancor più grande: la rinuncia al titolo sportivo di A1. La dirigenza biancazzurra aveva preferito infatti, piuttosto che continuare con la solità attività, ripartire da capo puntando tutto sui giovani (vedi la linea verde adottata per la 1ª squadra che milita in B, ma anche il Mini-Hockey Day organizzato al Palaramini 15 giorni fa o lo stage di domenica prossima a Monleale sempre per i Ciuchini indomabili!), e dirottare i capitali necessari ad un campionati di A1 di vertice su un progetto di riqualificazione del Palaramini, ( ovviamente assieme al gestore dell’impianto, il Comitato UISP dell’ Empolese-Valdelsa), che era conosciuto negli ambienti della ns. Federazione ( la quale minacciava di non rilasciare più il nulla osta allo svolgimento delle gare ) come uno dei più fatiscenti a livello nazionale, riqualificazione che il proprietario il Comune di Empoli, per motivi di bilancio, non era nelle condizioni di poter eseguire. Una scelta che ha portato i frutti che sono sotto gli occhi di tutti ( vedi foto allegate), col rinnovato fondo della pista coperta e le nuove balaustre ed una maggiore appetibilità del Palaramini che, non caso, ad inizio anno è tornato ad ospitare un match di A1, tra Lions Arezzo e Edera Trieste . Scelta questa quanto mai coraggiosa ma necessaria in quanto ben potete immaginare i rischi di spendere soldi ed energie su una infrastruttura di proprietà di un ente e gestita da un altro ente (a cui naturalmente paghiamo anche l’affitto delle ore per la ns. attività ) ed utilizzata da altri soggetti , in primis le scuole del circondario che utilizzano l’impianto per le note carenze dell’edilizia sportiva scolastica, che utilizzano la stessa senza investire un soldo e che non devono certo rendere conto a noi di come usano l’impianto. Il tutto in attesa che, con l’aiuto del Comune, arrivino finalmente anche le tante agognate tribune che migliorerebbero sensibilmente la visibilità, per il folto pubblico presente, dello spettacolo messo in mostra dalle squadre in pista. Del resto, l’Asd Hockey Empoli è un sodalizio completamente sostenuto da sponsor privati e autofinanziamenti che, aspettando, si spera non invano, qualche segnale da parte delle istituzioni locali, continua nella sua opera di diffusione di una disciplina ritenuta da pedagoghi di fama mondiale come altamente formativa dal punto di vista motorio, psicologico e sociale, grazie anche alla sua propensione a inculcare, nei suoi praticanti, il senso del gruppo e della disciplina. E lo fa portando avanti un piano articolato di sviluppo dello sport giovanile che va appunto dagli interventi strutturali, come il rifacimento della pista di pattinaggio del Palaramini, alla promozione dell’hockey nelle scuole e all’organizzazione di corsi seguiti da un sempre crescente numero di bambini.

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento

  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









4 utenti In linea

google
Ricerca interna: