L’HOCKEY EMPOLI , SI AGGIUDICA IL DERBY (art. Completo)

Prossima Gara // Situazione Campionato // Statistiche  // Referto-Gara // Foto della gara //

EMPOLI 18/01/2009 – L’Hockey Empoli è tornato. Lontanissima parente di quella ammirata nell’ultima uscita al Palaramini contro il San Benedetto del Tronto, la compagine biancazzurra ha spazzato via oggi, con una prestazione superlativa, i cugini del Lions Arezzo, battuti con un 5-2 che non ammette repliche. Partita molto combattuta e dai ritmi elevatissimi, ben gestita dall’arbitro Raia. Il risultato si sblocca al 7’37” con uno sfortunato autogol degli ospiti che devono poi subire, a metà 1° tempo, la veemente pressione dei padroni di casa, premiata dal raddoppio al 9’38” di Alberto Viti, sicuramente il migliore in pista (e non solo per la doppietta). La frazione si chiude sul 2-0 con gli aretini che, a onor del vero, avrebbero meritato almeno un gol, negato loro un po’ da un Armeni in giornata di grazia, un po’ dalla sfortuna. Ad inizio ripresa Sani A. porta i suoi sul 3-0 dopo un ottimo lavoro di Beduini. Al 28’05” i Lions accorciano le distanze e, rinfrancati dal gol, provano a rimontare. A rendere vane le speranze giallonere ci pensa la 2ª linea empolese che realizza, con Sani S., il 4-1. Nel finale Viti A. impreziosisce la sua prova con il gol del 5-1, dopo un travolgente coast to coast, mentre a 10” dalla sirena Toccafondi sigla la rete del definitivo 5-2. Un successo che consente ai Flying Donkeys di distanziare i cugini in classifica e di proseguire la rincorsa al vertice.

1° tempo (2-0).  Inizio partita a ritmi vorticosi: ci provano subito Sani A. ed Errico da una parte, Toccafondi dall’altra. Sempre Toccafondi per poco non trova il tap in vincente su cross rasoterra dalla destra dopo un errato disimpegno della difesa locale (1′). Benazzi si vede fischiare contro la 1ª penalità del match (1′38”), ma i biancazzurri, nel power play, fanno grande movimento senza rendersi però mai pericolosi al tiro (al 3′22” Sani A. colpisce male il disco da ottima posizione). Al 4′55” Sani S. ruba il disco, gira dietro la porta, ma Serena Boschi fa buona guardia. Arezzo prova a giocare di rimessa. Al 5′57” nuova penalità contro i gialloneri, con Carboncini che per qualche secondo riesce a schierare anche 5 giocatori di movimento, mossa vanificata dalla difficoltà dei locali ad uscire dalla propria metà campo. Nei successivi 2′, eccezion fatta per una percussione centrale di Benazzi, si assiste ad un monologo biancazzurro: botta improvvisa, ma centrale, del capitano al 6′17”, palo di Sani A. al 7′08”,dopo ottima triangolazione con lo stesso Errico,e doppio intervento di Serena, attorno al 7′15”, su Pazzaglia che sblocca però il risultato al 7′37” (1-0) – quando anche questo 2° power play pareva sfumare – con la complicità di uno sfortunato Gori che poi sfoga la propria rabbia colpendo violentemente la balaustra con la stecca; da qui i 10′ di espulsione temporanea inflittagli da Raia. Gli empolesi si mangiano poi letteralmente il raddoppio in un paio di circostanze, col pubblico di casa che non crede ai suoi occhi, prima che Viti A. segni sotto porta su assist di Sani S. (2-0 al 9′38”). Boschi, già provvidenziale al 9′15” su Giorgetta D., si ripete al 9′57” su Errico. Al 10′06” 1ª inferiorità numerica per i locali (penalità a Sani A.) che difendono il risultato coi denti tanto che Arezzo non riesce ad accorciare le distanze (eccezionali Errico, Branzanti e Viti A.). In pista la fisicità aumenta col passare dei minuti. Al 12′41” Pazzaglia, tutto solo, non trova lo specchio della porta da posizione favorevolissima, poi ha inizio lo show di Armeni che si fa trovare pronto al 13′28” sul tiro di Patriarchi e al 13′40”. Sulla conclusione di Gocci. Al 14’17” Boschi respinge la deviazione sotto porta di Errico su tiro cross di Sani A., mentre al 14’46” gli ospiti sfiorano nuovamente l’autogol su un disco messo in mezzo da Viti A.. Lions vicinissimi al 2-1 al 15’25” interno e disco che attraversa tutta linea di porta prima di uscire). Al 16’40” bell’iniziativa personale di Sani A. che ruba il disco, triangola con Errico, ma conclude centralmente. Al 17’36” gol annullato ai gialloneri come da regolamento (disco colpito di pattino da Benazzi). Al 18’23” è Empoli a rischiare la beffa con una pericolosa deviazione sotto porta. Dopo che Branzanti ha impegnato severamente per 2 volte Boschi (18’47”), è di nuovo Armeni, assoluto protagonista del 1° tempo, a salire in cattedra con un altro intervento prodigioso che lascia esterrefatta la dirigenza ospite (19’18”). La frazione si chiude con la penalità inflitta ai padroni di casa, per gabbia involontariamente spostata da Armeni (decisione alquanto discutibile quella presa da Raia) in occasione dell’ultima conclusione avversaria, e la netta sensazione che, siglando il 2-1, Patriarchi e compagni non avrebbero assolutamente rubato nulla.

2° tempo ( 3-2). Consueta staffetta nelle fila locali con Buschi che prende il posto di Armeni tra i pali. Arezzo non sfrutta il power play grazie ad un incredibile Viti. Al 22’21” Sani A. realizza il 3-0 dopo l’ottimo lavoro di un Beduini C. completamente trasformato rispetto ai primi 20’. Al 23’16” Pazzaglia lascia scoperti i suoi, ma Buschi fa buona guardia. Al 24’09” Corti dà solo l’illusione del gol ai tifosi biancazzurri (esterno della rete). Pochi secondi e, dopo un gran recupero di Sani A., sulla deviazione di Boschi capitan Errico sottoporta non trova clamorosamente lo spiraglio tra palo e gambale del portiere, col folto pubblico accorso al Palaramini già pronto ad esultare per il 4-0. Un Empoli molto concentrato continua ad esercitare un’ottima pressione sugli avversari che si rifugiano in qualche duro contrasto su cui Raia pare sorvolare un po’ troppo. Al 27’34” banale penalità per Casini che non riesce a frenare il proprio impeto nella chiusura in angolo del diretto avversario. Vano il conseguente time out di Carboncini, con gli aretini che accorciano le distanze con Benazzi che si avventa su un disco vagante nei pressi della gabbia locale segnando a porta sguarnita (3-1 al 28’05”). Arezzo pare rinfrancato, ma rischia di capitolare al 29’19” quando Viti A. spreca sotto porta su assist gioiello di Errico. Pochi istanti e si invertono le parti, ma la deviazione per il capitano è decisamente più complicata e non va a buon fine nonostante uno spettacolare tuffo. La partita si fa molto concitata e fioccano le penalità. Al 31’22” Sani A. si invola e per poco non trova il 4-1 in penalty killing costringendo Toccafondi al fallo da espulsione tempo-ranea e riportando le due squadre in parità numerica. Poi è ancora Viti a mettersi in mostra, indo-mabile anche se a volte poco tutelato dal direttore di gara. Al 33’30” la 2ª linea empolese colpisce a sorpresa chiudendo in pratica la contesa grazie alla deviazione sottoporta di Sani S. su tiro di Beduini. Al 35’07” Branzanti prima confeziona un assist sopraffino di rovescio, poi conclude poco alto. Al 35’49” problema al polso per Sani A. dopo uno scontro in balaustra. E al 37’20” arriva la più bella azione di tutto l’incontro: un coast to coast di Viti A. che realizza il 5-1 con una naturalezza disarmante. E il pubblico non può far altro che applaudire all’unisono uno dei beniamini di casa. A 10” dalla sirena finale arriva infine il 5-2 di Toccafondi, coi padroni di casa in inferiorità numerica per un’entrata“vigorosa” del giovane Viti L.

Post partita. “Tutta un’altra storia”… e tutto un altro volto quello di coach Carboncini, rilassato e soddisfatto dei propri ragazzi, a fine gara a differenza della precedente uscita casalinga. Dello stesso parere è il direttore sportivo Paolo Errico: “I ragazzi, rispetto all’ultima gara disputata, sono stati più precisi, sicuri ed aggressivi ed i risultati sin son visti sin dalle battute iniziali dell’incontro”. “La partita – prosegue nel suo commento il diesse biancazzurro – è stata bella, veloce, con le squadre che si sono affrontate a viso aperto”. “Se la nostra 1ª linea – conclude Errico – non si è mai fatta mettere sotto dagli avversari, la 2ª ha letteralmente sovrastato quella aretina ed era questa una delle chiavi di volta per vincere l’incontro. Un plauso perciò anche ai più giovani che hanno risposto presenti. Tutti i Flying Donkeys hanno giocato bene e di conseguenza ha funzionato.

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento

  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









8 utenti In linea

google
Ricerca interna: