HOCKEY UNDER 20: PRIMA GIORNATA TOP ROUND, UNA VITTORIA, E UNA SCONFITTA DI MISURA

Empoli, 20/04/2017

Soddisfacenti, i risultati della prima giornata del “Top Round” Under 20, che si è svolta a Treviso Lunedì 17 Aprile.

La “Top Round” si svolge tra le prime 4 classificate della “regular season”, che si sono già qualificate per la “final six”, e serve per stabilire il ranking, e le teste di serie.

Quindi una ottima occasione per Coach Carboncini per testare la squadra. Senza l’assillo del risultato a tutti i costi.

La prima giornata, che si è svolta a Treviso, ha visto i Flying Donkeys incontrarsi con Asiago, e Padova, ma prima di passare alla cronaca delle partite, dobbiamo fare una premessa.

Ben 4 giocatori della rosa a disposizione di Carboncini, erano reduci da una prestigiosa medaglia d’oro internazionale conquistata in Under 18, tra le fila del Real Torino.

I giocatori, Mattia Rocco, David Scudier, Davide gatti, e Davide Rosso, hanno partecipato con la squadra Piemontese alla “Sparta Cup”, torneo internazionale, che si è svolto in Spagna, al quale hanno partecipato squadre provenienti da Spagna, Belgio, Regno Unito, e Italia.

Il torneo si è concluso Domenica 16 Aprile, e i ragazzi, con la medaglia al collo, accompagnati da alcuni genitori, si sono messi subito in strada per il rientro da Barcellona, per mettersi a disposizione di coach Carboncini Lunedì 17 a Treviso.

uno scorcio del torneo Spagnolo Kids Spartan Cup

Questo “tour de force”, è una chiara dimostrazione di una grande passione, e dell’attaccamento alla squadra Under 20 dei Flying Donkeys, e va portato come esempio a coloro che, per motivi molto più futili, non esitano ad abbandonare squadra, e compagni.

Oltre ai quattro citati, il coach ha avuto a disposizione Matteo Carboncini, Edoardo Pratesi, Giorgio Cecchi, Leonardo Michi, Matteo Rodio, e il portiere Francesco Taddei.

a sinistra Gatti, a destra Scudier

Empoli-Asiago

La squadra ha iniziato la partita con circospezione, per testare le condizioni psico-fisiche, soprattutto dei reduci dalle quattro giornate di torneo, e dal lungo viaggio.

Infatti, è Asiago ad andare in vantaggio dopo soli 40 secondi, con Schivo, che sorprende Taddei, anche se il tiro non sembra irresistibile (1 a 0 Asiago).

Dopo questo goal, comunque, Taddei abbassa la saracinesca, e i Flying Donkeys, dopo la scossa, sembrano riprendersi subito.

Il pareggio arriva con Capitan Carboncini, su azione personale (1 a 1, min 5,31).

La partita è equilibrata, e le squadre vanno al tiro più volte, protagonisti i portieri (Ferrioli per Asiago, e Taddei per Empoli).

il portiere Taddei, e il difensore Rocco

21, Carboncini, di fronte, Cecchi

Leonardo Michi

Poco prima dello scadere del primo tempo, arriva il vantaggio dei Biancoazzurri, con Scudier, su assist di Rocco.

Il secondo tempo vede una decisa reazione da parte dei Vipers, che però non finalizzano, (grazie anche alla tenacia delle 2 linee empolesi, e di Taddei), e si innervosiscono un po, diventando più fallosi.

E’ Scudier, in grande spolvero, che tiene un ritmo forsennato, mettendo in difficoltà gli avversari.

Infatti, è su di lui il fallo di Schivo, e con il conseguente Power Play per Empoli, è lo stesso Scudier a segnare il 3 a 1, grazie all’assist di Gatti (min. 27,17, doppietta per Scudier).

Carboncini al tiro

Giorgio Cecchi

23 Scudier, 77 Rosso, coperto dall'arbitro Gatti, e Rocco

Molto bello il quarto goal dei Flying Donkeys, con un doppio scambio fra Pratesi e Carboncini, che spiazza il portiere ( 4 a 1 Empoli, min. 29,10 goal Pratesi, assist Carboncini).

Viene premiato ancora l’ottimo lavoro della seconda linea, con il goal di Carboncini, su assist di Michi (min. 33,13).

Padova-Empoli

I Ghosts Padova, reduci da una sconfitta (nella prima gara della giornata), con Treviso, partono decisi, e i Flying Donkeys hanno difficoltà a contenere la furia dei Veneti.

E’ Francon, con una personale tripletta, a dare l’equivalente triplo vantaggio ai Ghosts (assist rispettivamente di Tabanelli, Polita, e Manganelli).

Fino a quel momento, i Toscani sembrano subire con una certa rassegnazione (difficile replicare, subito dopo la partita contro Asiago).

Prima della fine del primo tempo, accorcia le distanza Gatti, su assist dell’onnipresente Scudier), ma Padova fa a tempo a mettere a segno il quarto goal con Manganelli (4 a 1, min. 16,56).

all'ingaggio con il 29 Pratesi, e Michi

Rosso esulta dopo un goal al Padova

partita dura, ma alla fine, grande fair play

Nell’intervallo, Coach Carboncini ringrazia i ragazzi per lo sforzo compiuto fino a quel momento, sdrammatizzando le conseguenze di una eventuale sconfitta con i Ghosts.

Gatti al tiro

La squadra (ovviamente, soprattutto i giocatori reduci dal torneo Spagnolo), sembra alla frutta, e non si poteva pretendere molto di più, soprattutto dopo la bella vittoria su Asiago.

Il secondo tempo però, vede meno foga nei veneti, e i Flying Donkeys si affacciano più spesso dalle parti del portiere avversario, soprattutto con Scudier, che riesce a trovare energie per le sue scorribande, suonando la carica ai suoi compagni, che lo seguono.

Al minuto 25,52, però arriva una doccia fredda, con un goal di Campulla, mentre proprio i Toscani erano in Power Play (5 a 1, penalty killing), smacco che avrebbe tagliato le gambe a chiunque, ma non ai Flying Donkeys, che continuano ad attaccare, sempre stimolati dalla grande energia di Scudier.

Con una tripletta, il giocatore Toscano rimette in carreggiata i Biancoazzurri, al min 28,24, su assist di Gatti (5 a 2), 21 secondi dopo, su azione personale (5 a 3), e al min.31,00, in Power Play, su assist di Rocco (5 a 4).

sulla destra, Rosso al tiro

una accelerazione di Scudier

a sinistra, Rodio, a destra Carboncini

I Ghosts Padova sembrano in difficoltà, e da un netto vantaggio, subiscono la rimonta Empolese (da 5 a 1, a 5 a 4).

La fine della partita si avvicina, e Coach Carboncini, come d’obbligo, a circa 30 secondi dalla sirena, toglie il portiere per schierare 5 attaccanti e riacciuffare il pareggio, ma Padova dopo pochi secondi riesce a segnare il 6° goal “empty net”, spegnendo le ultime velleità dei Toscani.

Finale, 6 a 4 per Padova, ma i Flying Donkeys hanno mostrato di essere in grado di farsi valere anche contro le squadre più forti del Campionato.

Ottime indicazioni per il coach, in vista delle prossime giornate del Top Round (la più vicina, Domenica 30 Aprile, a Empoli), e delle finali.

La foto sono di Simone Michi

da sinistra, all'ingaggio, Pratesi, Carboncini, e Rocco

in fase difensiva, Michi, Carboncini, e Taddei

Carboncini solo davanti al portiere.

  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









3 utenti In linea

google
Ricerca interna: