UNDER 20: CONFERMATO IL RUOLO DI OUTSIDER DELL’HOCKEY EMPOLI NEL PRESTIGIOSO CAMPIONATO ELITE

Ancora due vittorie significative e importanti, su Padova, e Monleale.

MATEMATICO IL TERZO POSTO, E L’ACCESSO DIRETTO ALLE FASI FINALI:

MA PRIMA IL GIRONE “TOP FOUR”

Domenica 19 Marzo, la giornata non si presentava sotto i migliori auspici:

A causa del decreto prefettizio che chiudeva il Pala Aramini per motivi di sicurezza (partita di calcio Empoli-Napoli), i Flying Donkeys sono costretti ad emigrare a Forte dei Marmi, per giocare gli incontri “casalinghi” con tro Ghosts Padova, e Monleale.

UN COACH DA INCORNICIARE

La Società non finirà mai di ringraziare il Presidente, e la Vicepresidente del Forte dei Marmi Hockey in Line per l’ospitalità, e la collaborazione.

A parte il disagio dovuto all’esilio da Empoli, l’impianto di Forte dei Marmi, ha fatto da cornice ad una grande giornata di hockey, dove si è potuto godere di un grande Hockey, con i tre incontri, Ghosts Padova-Empoli, Monleale-Asiago, e Empoli- Monleale.

Ghosts Padova- Flying Donkeys Empoli

Grazie al rientro all’ultimo momento di Federico Sanna (in forse a causa di impegni di lavoro), coach Carboncini ha potuto disporre di 2 linee complete, che anche se non proprio la formazione ideale, permette di fare almeno cambi regolari.

La prima linea di attacco, formata da Matteo Carboncini, Davide Gatti, Davide Rosso, e Federico Sanna, e la seconda, da Giorgio Cecchi, Leonardo Michi, Edoardo Pratesi, e Sergio Amato.

In porta, tornato in ottima forma, Francesco Taddei.

La squadra Bianco-azzurra è parsa subito ben motivata, con i meccanismi oliati alla perfezione, con un gran numero di azioni ben costruite.

I Ghosts Padova non sono da meno, e ne scaturisce una partita molto veloce, intensa e “maschia”, tenuta comunque nei limiti da un arbitraggio autorevole ma non invasivo.

Solo 31 secondi di gioco, e Padova ha subito l’opportunità di portarsi in vantaggio, grazie ad una penalità fischiata al portiere Taddei, per sgambetto.

Sconta per lui Carboncini, e Taddei ha modo di farsi perdonare, opponendosi strenuamente ai tiri della linea Power Play Veneta, che non riesce a concretizzare.

Il primo goal, invece lo segna Empoli, sempre su power play (in panca puniti, Panozzo, per un colpo di bastone), segnato da Carboncini, su assist di Gatti ( 1 a 0 Empoli, min. 5,01).

Il goal numero due, è un piccolo capolavoro della seconda linea, grazie ad un bel tiro di Cecchi, su assist di Pratesi (min. 14,07 2 a 0 Empoli).

Al min. 17.22, nuova penalità a Padova, in panca puniti Polita, per un colpo di bastone. I Biancoazzurri sfruttano la superiorità, portandosi sul 3 a 0 (min. 19,05 goal di Gatti, su assist di Rosso).

Padova reagisce lanciandosi in avanti, e Empoli sfrutta bene il contropiede, con Capitan Carboncini, che intercetta un disco su un’azione di attacco dei Veneti, involandosi tutto solo verso la porta, per il quarto goal Toscano (min.19,22, 4 a 0 Empoli).

Coach Stefano Carboncini, nell’intervallo fa capire bene ai suoi ragazzi, che un bottino di 4 goal a metà partita contro Padova, è un tesoro prezioso da custodire, ma che la partita è tutt’altro che vinta.

Quindi, fondamentale gestire il vantaggio rischiando il meno possibile.

Come previsto, fin dall’ingaggio di inizio secondo tempo, i ghosts attaccano con determinazione, e Capitan Matteo Carboncini finisce in panca puniti per un fallo “tattico” (gancio con il bastone), e stavolta padova ne approfitta, accorciando le distanze (min. 22,21, 4 a 1 Empoli, goal di Calore, assist di Tabanelli).

La partita diventa ancora più intensa, con i Ghosts che attaccano in forze, trovando però un Empoli ordinato, che sfrutta ogni occasione per partire in contropiede, e Taddei in giorno di grazia, che para tutto il possibile.

Sarà un’altra bella intercettazione con fuga di Matteo Carboncini a fruttare il 5° goal dei Biancoazzurri, ristabilendo le distanze (min. 29,52, 5 a 2 Empoli).

La partita si fa dura, l’intensità del gioco porta entrambe le squadre ad un gioco più falloso, anche se sempre senza cattiveria gratuita, e fioccano le penalità da ambo le parti.

Padova trova il suo secondo goal con in panca puniti Sanna (gancio con bastone), stavolta a segnare è Tabanelli, su assist di Calore (min 34,38, 5 a 2 Empoli).

Da questo momento, coach Carboncini chiama la difesa a oltranza, e negli ultimi 5 minuti di gioco, il risultato non cambia.

EMPOLI-MONLEALE 10 A 4

I Flying Donkeys, iniziano la partita in sordina, sembrano quasi “paghi” della bella vittoria sul Padova.

Monleale, reduce da una vittoria ai rigori sugli Asiago Vipers (protagonista il portiere Federica Muttoni), pare più motivato, e si porta in vantaggio quasi subito (1 a 0 Monleale, min.1,26, goal in Power Play di Romero, su azione personale).

Empoli ancora non carbura, e fatica a trovare il pareggio, che però arriva al min. 5,42 su Power Play (goal di Sanna, su assist di Gatti).

Ma poco dopo, un piccolo pasticcio in Power Play (a favore di Empoli) permette al Monleale di tornare in vantaggio:

Un passaggio sbagliato si trasforma in un perfetto assist per Romero, che si invola tutto solo verso la porta Biancoazzurra, e nulla può Taddei (2 a 1 Monleale, min. 6,54).

Rimedia Pratesi, su assist di Sanna, sempre in Power Play (min. 10,57, 2 a 2).

Da questo momento, qualcosa cambia, nel gioco dei Flying Donkeys, che riescono a ritrovare i meccanismo giusti, visti contro Padova:

Belle azioni veloci con passaggi di prima, che portano direttamente nella porta avversaria.

Sarà ancora un assist di Sanna (in giornata di grazia, davanti al suo pubblico, visto che è originario di Forte dei marmi), permette a Gatti di segnare il goal del vantaggio (min. 13,13, 3 a 2 Empoli), mentre il 4 a 2 è dello stesso Federico Sanna, su assist di Carboncini (min. 17,14, Power Play).

Il goal di Gatti, du assist di Carboncini, permette ai Toscani di andare a riposo in vantaggio di 5 a 2 (min.19,59).

La prima parte del secondo tempo vede protagonista Capitan Matteo Carboncini, che segna su azione personale i goal de 6 a 2, e del 7 a 2 (min. 21,27, e 23,55), e offre l’assist a Davide Gatti per l’8 a 2 (min. 24,57).

Tre goal consecutivi come questi, avrebbero stroncato le gambe a qualunque squadra, ma Monleale non si arrende, e accorcia le distanze al min. 32,19 con un goal di Ballestrasse, su assist di Soranzio ( 8 a 3).

Subito dopo, nuovo Power Play per Empoli, che realizza il goal numero 9 (min.33,52, Sanna, su assist di Rosso).

Nuovo Power Play per Monleale (in panca puniti Cecchi per bastone alto), che realizza il suo quarto goal (min.37,32 Ballestrasse su assist di Soranzio).

Chiude la partita l’ultimo meritato goal di Pratesi (assist di Carboncini), che così corona la sua ottima prestazione di giornata, e conferma una crescita tecnica importante, insieme agli altri giovani Empolesi, Michi, Cecchi, e Amato.

Quest’ultimo proprio a fine partita ha avuto bisogno dell’aiuto del primo soccorso per una brutta caduta su sgambetto, che ha destato preoccupazione (poi rientrata), per un forte dolore alla schiena.

Adesso, Empoli ha finito le sue partite nella “Regular Season” del Campionato Nazionale under 20 Elite, ed è matematicamente al terzo posto, visto che la quarta, Asiago, è a 10 punti, e nonostante abbia da giocare 3 partite, non può più raggiungere i Biancoazzurri.

l'infortunio di amato

Quindi, qualificazione diretta alle fasi finali, che però verranno precedute da un girone “top four”, composto dalle prime 4 in classifica, per conquistare le posizioni di testa di serie.

  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









2 utenti In linea

google
Ricerca interna: