HOCKEY, SERIE C: UN VIAGGIO IN SICILIA…E DUE SERVIZI

Empoli, 31/01/2017

La trasferta più lunga (e probabilmente la più difficile), è oltremodo positiva per i Toscani, e frutta 6 punti pesanti, che permettono ai Donkeys & Lions di consolidare la loro leadership nel girone D del Campionato di serie C, Hockey In Line.

La trasferta non è partita nel migliore dei modi, a causa della defezione del primo portiere, Matteo Mafucci, per impegni universitari, di Matteo Carboncini, a causa di un risentimento muscolare, del giovane portiere Taddei, che tanto bene ha fatto in Under 20, a causa di un problema ad un ginocchio, e perfino del portiere Alice Gialli, impegnata nel Campionato Femminile.

Recuperati, all’ultimo momento,grazie alla loro grande passione per questo sport, Pazzaglia (che era impegnato Sabato 28  in Serie A con il Ferrara), e Luca Pezzè, che nonostante alcuni problemi familiari, ha preso un volo da Pisa insieme a Mattia Pazzaglia, gentilmente raccolto in aeroporto a Catania,da alcuni giocatori locali, che militano nell’Acireale, e nel Messina.

Assente anche Coach Carboncini, a causa di impegni familiari, sostituito dall’allenatore Aretino Luca Mafucci.

L’incognita più grande, era l’esordio in trasferta del portiere Marco Fornaciari, che seppure armato di grande passione, è ai primi anni di esperienza, ed era visibilmente emozionato.

Gara 1, Kings Messina-Empoli

I Gialloblu iniziano con un buon ritmo, e mettono subito in difficoltà i padroni di casa, Kings Messina, ma il portiere Siciliano, Alessio Raimondi si oppone strenuamente.

Il primo goal, comunque è dei Siciliani, che sorprendono Fornaciari (min.07,40 1 a 0), segna Ottino.

La reazione dei Gialloblu è immediata, e dopo poco più di un minuto, arriva il pareggio di Giorgetta, su assist di Milcik (min. 8,37, 1 a 1).

Al min. 16,00, torna in vantaggio il Messina, con Luca Sigillo (2 a 1), in Power Play, e ancora risponde l’Empoli con un bel goal di  Milcik, su assist di Pazzaglia (min.18,16, 2 a 2).

Empoli continua a costruire molto, senza riuscire però a finalizzare molte occasioni, anche grazie all’ottima prestazione del portiere Raimondi, mentre Messina pare molto più concreta, riportandosi in vantaggio prima con Sigillo su azione personale (3 a 2), ancora Sigillo su assist di Ottino, (4 a 2).

Messina allunga ancora su Power Play (in panca puniti Milcik) , con Ottino,  su assist di Lapace (5 a 2).

I Gialloblu iniziano a dare segni di nervosismo, e l’allenatore Mafucci chiama time out, cercando di calmare gli animi, e i suoi giocatori reagiscono positivamente, riversando tutta la rabbia agonistica in campo, riuscendo ad accorciare le distanze con Milcik su assist di Giorgetta, prima della fine del primo tempo ( min 23,10, 5 a 3).

Il secondo tempo vede un cambiamento fondamentale nel gioco dei Gialloblu, che cercano maggiore circolazione del disco, tornando a mettere in difficoltà gli avversari, e cercando di “sporcare” ogni tiro dei messinesi, frapponendosi tra il disco e la porta.

Adesso sono i Siciliani ad innervosirsi, subendo una penalità per un fallo plateale su Pazzaglia, e sarà lo stesso Pazzaglia a sfruttare il Power Play con un bel tiro dalla distanza che sorprende Raimondi (min. 29,18, 5 a 4).

Il pareggio Empolese arriva con Capitan Errico, sempre in situazione di Power Play, con un bel tiro dalla media distanza, su assist di Pazzaglia (min.40,37, 5 a 5).

Al min. 47,41, arriva il vantaggio Empolese, con l’esperto Lotti, su assist di Errico, ( 6 a 5 Empoli), e la missione sembra compiuta, ma i Kings riescono ancora a trovare il pareggio, con Todaro (min.48,11), e sperano, a meno di 2 minuti dalla fine, di riuscire ad andare all’overtime.

Ma le speranze dei Siciliani si spengono a 3 secondi dalla fine, grazie ad un tap-in di Errico, su un forte tiro di Pazzaglia, per il risultato finale di 7 a 6 per Empoli.

Per i Gialloblu c’è poco tempo per esultare, visto che hanno meno di mezz’ora prima di dover iniziare la partita successiva.

Acireale-Empoli

Coach Mafucci chiede ai suoi giocatori di iniziare la partita in modo conservativo, risparmiando le energie per poter portare in fondo i 50 minuti effettivi, senza esaurire le forze.

D’altra parte, questa è la serie C, si gioca a concentramenti, in modo da risparmiare le spese di trasferta, anche se a volte può essere faticoso, come in questo caso.

I ritmi blandi danno modo ad Acireale di fare un buon primo tempo, terminando in svantaggio di soli 2 goal (3 a 1), goal per Empoli di Giorgetta su assist di Milcik, Lotti sempre su assist di Milcik, e Pazzaglia su azione personale. Il goal dell’Acireale è di Musumeci, su azione personale.

Nel secondo tempo, l’Empoli torna ad alzare un po il ritmo, ed iniziano le difficoltà per Acireale.

Oltretutto, il portiere esordiente di Empoli, Fornaciari, è riuscito a superare l’emozione della prima partita, ed ha iniziato a difendere la gabbia Gialloblu con più efficacia.

Inizia una girandola di goal Toscani, con 2 goal consecutivi di Pezzè su assist di Pazzaglia (4 a 1, e 5 a 1), Errico, su assist di Martellacci (un altro esordiente in trasferta, 6 a 1), Giorgetta, su assist di Pezzè (7 a 1), dopo il quale Acireale cambia il portiere.

Poi segna Milcik, su azione personale (8 a 1), e ancora Giorgetta, su assist di Pezzè (9 a 1).

Riesce a segnare il secondo goal Acireale (Urzì su assist di Musumeci), ma i gialloblu ricominciano a girare, con lo scopo di far segnare il più giovane esordiente della squadra, Giovanni “Gio” Micheli, classe ‘98.

L’intento riesce, dopo un palo, e diverse parate del portiere avversario, quando i compagni, -in testa a tutti Milcik, che si porta il disco in giro per tutto il campo, pur di trovare smarcato il giovane compagno- finalmente lo trovano, per il goal numero 10 della partita (Micheli, min. 41,57, 10 a 2).

La stanchezza si fa sentire, e alcuni giocatori Empolesi sono abbondantemente in riserva, dopo due partite consecutive, ma Acireale ormai è alle corde, e prima del suono della sirena deve subire altri tre goal, di Pezzè, Lotti, e l’ultimo, meritato, di Pazzaglia, per un risultato finale di 13 a 2 per Empoli.

In conclusione, una trasferta oltremodo positiva, per i Donkeys & Lions, grazie anche ad un viaggio fortunatamente senza intoppi, e la grande ospitalità, e sportività dei Siciliani, che hanno reso piacevole il viaggio, e il soggiorna a Catania, nonostante l’ovvia stanchezza dovuta alla distanza percorsa con due pulmini, e le due partite consecutive.

  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









1 Utente In linea

google
Ricerca interna: