HOCKEY: L’UNDER 18 BIANCOCELESTE TORNA DA CITTADELLA CON IL BOTTINO PIENO

Empoli, 23/03/2015

L’Under 18 Elite di Coach Carboncini corona la trasferta a Cittadella con una bellissima prestazione. La squadra, che anche se ai minimi termini come numero di giocatori (7+portiere), ha dimostrato di essere al Top dal punto di vista qualitativo, e soprattutto della motivazione,batte meritatamente sia Modena che Cittadella, diretti concorrenti per un posto nella fase playoff.

Andiamo per ordine:

Contro l’Invicta Modena, la squadra scende in campo un po contratta, quasi timorosa;

Le ultime sconfitte hanno un po minato la fiducia nei loro mezzi dei giocatori, e il Modena ne approfitta, portandosi in vantaggio con due bei goal del suo numero 17, Cavicchioli.

Sul finire del primo tempo, i ragazzi di Coach Carboncini hanno una reazione d’orgoglio, e a 30 secondi dalla sirena, Cecchi, con un bel tiro dalla distanza, pesca Scudier, che accorcia le distanze. Il giovane (Cecchi, under 16) difensore Biancoceleste ha della ottime doti di tiro, ma non sempre riesce a sfruttarle in partita, forse per la paura di sbagliare….paura superata con unbell’assist, che un attaccante di qualità come Scudier sfrutta alla perfezione.!

Neanche 20 secondi dopo, solo 14 dalla fine del tempo, la coppia di attacco Carboncini-Scudier regala il pareggio,con assist di Scudier, e Goal del Capitano.

Alla ripresa, entra in campo un Empoli trasformato, ordinato, convinto dei suoi mezzi, con l’esperto Federico Sanna (difensore in utilizzo dal Forte dei Marmi, che milita in Serie A2), che dà sicurezza nella fase difensiva, e precisione nella fase costruttiva, facendo salire di un gradino la qualità di tutta la squadra.

Il goal del vantaggio Empolese nasce proprio da un assist di Sanna, con goal di Capitan Carboncini.

Poco piùdi 30 secondi,e un altro bel lancio di Cecchi, permette a Scudier, che ormai ha superato tutte le difficoltà dovute ai postumi di un’antipatica influenza, di aumentare il vantaggio Biancoceleste (4 a 2, min.20,57).

Ormai l’Empoli ha la partita in mano, anche se il Modena non è mai domo, ma è il portiere Taddei, a metterci una pezza, quando gli attaccanti Emiliani si fanno pericolosi.

Seguono altri 7 goal dell’Empoli, per un totale di 11:

5-2, goal Scudier, su assist Carboncini, il meritato 6-2 di Matteo Terelle, (in utilizzo dal Velletri, dove gioca nella Under 16), che così ha visto premiato il suo impegno, doppiamente oneroso, visto che Coach Carboncini, gli chiede, come agli altri, di giocare sia in difesa che in attacco, lavoro che Matteo svolge egregiamente.

Anche Sanna viene premiato con un goal, quello del 7 a 2, su azione personale, e l’8 a 2 nasce invece da Scudier, sempre su azione personale.

Il 9 a 2 è una perla di Capitan Carboncini, il 10 a 2 sempre del Capitano, su assist di Scudier, e l’11 a 2, la ciliegina sulla torta di Scudier.

Ottimo il lavoro di Sergio Amato, che permette ai suoi compagni di rifiatare, così come quello di Matteo Rodio, che sta facendo passi da gigante, dando sempre più sicurezza a Coach Carboncini, che gli da sempre più spazio.

Cittadella-Empoli

Se la squadra di Coach Carboncini aveva già battuto il Modena all’andata, diverso era il discorso contro Cittadella: 15 giorni fa, i Biancocelesti avevano perso per 7 a 3, quindi, questa gara senz’altro aveva esiti più incerti.

Primo punto dettato da coach Carboncini: Non prendere goal, e sfruttare il contropiede per colpire l’avversario.

Le direttive non sono molto diverse dal solito, ma  la squadra invece lo è, con una maggiore capacità di metterle in pratica:

Infatti, il vantaggio Biancoceleste arriva proprio su contropiede, con Sanna che lancia gli attaccanti, Scudier che crea scompiglio, e Carboncini che raccoglie e segna…detto così, sembra facile, ma di fatto, l’ Empoli al minuto 3,58 è in vantaggio per 1 a 0.

Meno di un minuto dopo,stesso schema, e i Biancocelesti raddoppiano, sempre con Capitan Carboncini.

Coach Stefano chiama con tutta la sua forza i suoi alla difesa del risultato, ma tenere imbrigliati questi giovani cavallini non è facile, infatti continuano ad attaccare, scoprendosi ogni tanto pericolosamente.

Il bravo portiere Taddei, più volte ci mette una pezza, ma deve capitolare al Min. 13,36, quando Tiatto, su contropiede accorcia le distanze per il Cittadella.(finale 1° tempo, 2 a 1 per l’Empoli).

Durante l’intervallo, il coach si fa sentire, sottolineando che non si possono prendere goal su contropiede quando ci si trova in vantaggio, e i ragazzi nella ripresa scendono in campo più attenti.

Sanna in particolare, si sacrifica gestendo il possesso del disco, permettendo ai compagni di organizzarsi al meglio senza rischiare, e costringendo il Cittadella a scoprirsi alla conquista del gioco.

Il sacrificio paga, con il 3 a 1 proprio di Sanna, su azione personale, che resta anche il risultato finale.

Un capolavoro tattico, che permette ai Flying Donkeys di incamerare altri 3 punti, e mettere una seria ipoteca sulla conquista di un posto ai playoff.

  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









8 utenti In linea

google
Ricerca interna: