Un HOCKEY EMPOLI (quasi) perfetto conquista tre punti importantissimi nel match contro la capolista

una vittoria attesa da tanto

una vittoria, per noi,.....storica

Prossima Gara // Situazione Campionato // Statistiche  // Referto-Gara // Foto della gara //

EMPOLI, 16.12.08 – Una vittoria storica fortemente voluta dai Ciuchi Volanti che domenica al Palaramini hanno dominato contro la capolista Molinese, da sempre bestia nera per i ragazzi di Carboncini. Un match iniziato con quasi un’ora di ritardo, per l’errato orario di inizio comunicato al direttore di gara, e che ha visto grandi protagonisti, nelle fila locali, i 2 portieri e un Pazzaglia autentico trascinatore. A rovinare la festa biancazzurra l’infortunio occorso a Francesco Levante (frattura malleolare); a lui vanno gli auguri di pronta guarigione da parte di tutto l’ambiente empolese, desideroso di rivederlo tornare a pattinare al più presto in pista.

1° tempo (5-1). Nella 1ª linea Carboncini si affida in difesa all’esperienza di Branzanti e Francalanci e, in attacco, al grande affiatamento di Sani A. e capitan Errico. Branzanti pericoloso due volte nelle battute iniziali dell’incontro (al 48” e al 2’15”); a sbloccare il risultato è però Pazzaglia (1-0 al 2’21”) in power play dopo la penalità inflitta a Pardini (2’05”) per fallo in attacco ai danni di Viti. Al 2’59” l’arbitro annulla incomprensibilmente un gol nato sul collaudatissimo asse Errico-Sani A.-Errico. Il 2-0 è però rimandato solo di una manciata di secondi, col tifo biancazzurro che passa, in un battibaleno, dalla gioia all’incredulità alla festa per il raddoppio dei propri beniamini ad opera di Giorgetta D. (3’04”). Al 3’25”, con l’Empoli sbilanciato in avanti, capitan Pardini sbaglia un facile assist a Lettera vanificando così un pericoloso contropiede ospite. Al 4’05” penalità ad un irruento Pazzaglia per uno scontro eccessivamente violento in balaustra, immediatamente riparata dai dirigenti locali. La Molinese non riesce a sfruttare la superiorità numerica, anzi è Sani A. in penalty killing ad andare vicino al 3-0 (04’45”). Partita dai ritmi elevatissimi. Errico per 2 volte si avventa su un disco vagante davanti alla gabbia ospite, ma senza fortuna (8’04”). E’ poi Lettera a sbagliare clamorosamente a tu per tu con Buschi dopo un liscio difensivo degli avversari (8’19”). Un episodio questo che poteva riaprire l’incontro, e invece la dura legge del “gol mangiato, gol subito” viene nuovamente rispettata: merito di un indemoniato Pazzaglia, autentico trascinatore dei suoi nella 1ª frazione di gioco (3-0 all’8’24”). Al Palaramini l’euforia del pubblico di casa è incontenibile, ma il match è ancora lungo e tremende scottature del recente passato inducono l’ambiente biancazzurro a non lasciarsi andare ancora a facili entusiasmi. Lo show del 9 empolese è lungi dall’essersi concluso: prima è troppo altruista (9’), poi colpisce la traversa (9’34”), regala un assist (10’10”) ad Errico – più grave l’errore del capitano locale, qualche secondo dopo, a 2 passi da Romoli – e infine (11’07”) realizza il 4-0 (hat-trick per lui… si sarà portato il disco a casa???!!!) scartando il portiere ospite su un contropiede ottimamente lanciato da Errico che ricambia il precedente favore, facendosi così perdonare la scarsa precisione sotto porta. In mezzo una superiorità numerica non sfruttata dai padroni di casa (fallo di Lettera su Corti all’8’51”). Da un “eroe” di giornata all’altro: a salire in cattedra è ora saracinesca Buschi, con la pressione della Molinese in costante aumento, così come le penalità sanzionate da Turetta (ostruzione di Branzanti al 14’58”, fallo al 16’01” di Rouhet su un Sani A. involatosi in penalty killing). In 3 vs 3 arriva il 5-0 dei Flying Donkeys con un bel tiro piazzato del veterano Francalanci (16’21”) che poi finisce sulla panca dei puniti (17’05”), seguito subito dopo da Sani S. (17’15”). Anche in doppia inferiorità numerica si susseguono i miracoli di Buschi (18’05”) che deve però capitolare su un tiro dalla lungo non irresistibile di Rouhet che probabilmente non vede partire (5-1 al 18’43”). Il 1° tempo si chiude con 2 guizzi di Sani S. che al 19’21” colpisce anche una clamorosa traversa.

2° tempo (1-2). La ripresa si apre col consueto cambio di estremo difensore per l’Empoli. Armeni subito protagonista (24’12”) come il combattivo Sani A. (20’44”). In pista regna ora l’equilibrio, con vari capovolgimenti di fronte e leggero predominio territoriale degli ospiti, autori di buone trame di gioco, ma senza far correre particolari rischi agli avversari che si limitano a controllare e difendere il risultato rallentando il ritmo della partita. Inaspettato arriva perciò il 6-1 dei Ciuchi Volanti, con Levante che deve solo appoggiare in rete l’assist d’oro del solito Pazzaglia (25’49”). Immediata la reazione della Molinese con Lettera (6-2 al 26’02”) che poi si mette a provocare la curva biancazzurra. Empoli vicino al 7-2 (palo al 27’04”), mentre al 27’53” Armeni si deve superare sul tiro spalle alla porta di capitan Pardini. Flying Donkeys in difficoltà, con la pressione ospite che aumenta e sfocia nel palo colpito da Franchi al 29’48”. Al 30’26” gran disco rubato da Viti, ma Errico non ne sa approfittare. Al 31’48” la nota stonata della serata: su un fortuito scontro con un  avversario si gira la caviglia sinistra a Levante che rimane accasciato in pista per il forte dolore. Pronto l’intervento dei volontari della Misericordia, con la caviglia dell’ex Wild Boars che inizia a gonfiarsi; l’esito degli accertamenti radiologici al Pronto Soccorso è un’amara sentenza che nessuno avrebbe voluto sentir pronunciare: frattura malleolare. Si riprende a giocare con Sani A. sugli scudi (al 34’20” bella triangolazione con Branzanti, mentre al 35’01” viene toccato duro a conclusione di una travolgente azione personale). La Molinese si rifà pericolosa al 35’26” (incrocio dei pali). La gara torna ad inasprirsi, con qualche contatto di troppo. Al 36’46” Sani A. non trova la gabbia da due passi. Al 37’ bellissima azione sull’asse Branzanti-Sani A.-Errico. C’è ancora spazio per 2 penalità (al 37’25” per il falloso Franchi e al 39’47” per Corti). Empoli in power play vicino per 3 volte al 7-2 con Pazzaglia (2) ed Errico. A segnare invece, ad 1” dalla sirena finale (!), è capitan Pardini (6-3) che accorcia le distanze approfittando di una clamorosa ingenuità di Beduini che rinvia maldestramente anziché “congelare” definitivamente il disco.

Post partita. “Si tratta – sottolinea il diesse biancazzurro Paolo Errico – della 3a vittoria consecutiva, arrivata per di più contro la capolista, ma soprattutto l’impressione è che i ragazzi possano fare ancora meglio, ed è questa la vera buona notizia per noi”. Soddisfatto anche il presidente Fausto Beduini che ha apprezzato, oltre al risultato, l’atteggiamento in pista dei suoi “ciuchini”, sempre più vera squadra

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento

  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions






  • login









4 utenti In linea

google
Ricerca interna: