UNA OCCASIONE PERSA

Empoli, 17/12/2012

Che i Mammuth Roma fossero tutt’altro che da sottovalutare, nonostante l’ultimo posto in classifica, lo si sapeva.

Ma speravamo ugualmente,di poter finalmente parlare di un risultato positivo, a questo giro.

E invece no, dobbiamo rendere conto della sesta sconfitta consecutiva.Eppure, l’inizio della partita è stato promettente, con la squadra precisa, organizzata, e convincente, secondo i dettami di coach Carboncini.

I Toscani sembrano dominare, e già al quinto minuto possono usufruire di una superiorità numerica, con l’italo Canadese Trinetti in panca puniti.

I Biancocelesti non sfruttano, ma si portano in vantaggio al min.16.18, con una bella azione tutta di prima, con Milcik.

La reazione dei Laziali è rabbiosa, e la partita si fa più spigolosa.

Al min. 17.36 viene punito il laziale Santilli, ma durante il Power Play viene punito prima Lunardini (2 min.), e poi Bellè (2+10), per cui, anche se per mezzo minuto, l’Empoli si trova in 2 giocatori contro 4, resistendo, per subire però il pareggio al ristabilirsi della parità numerica in campo (Zolovkins, min.21,01, 1 a 1).

Il pareggio dà la carica ai Mammuth, mentre i Flying Donkeys non ritrovano l’ordine e la precisione che erano riusciti a tenere in campo, subendo infatti il secondo goal dei Laziali, poco più di un minuto dopo (min. 22.26, Zacchi 1 a 2).

La speranza, è che durante l’intervallo, coach Carboncini riesca a ridare motivazione ai suoi, e infatti si vede un accenno di reazione, ma al min. 27.10, i Laziali, col goal del 1 a 3 (Massimi), gelano il pubblico del Pala Aramini.

Alcune decisioni arbitrali hanno molto innervosito i giocatori Biancocelesti (a volte si ha la sensazione che essere arbitrati per più volte consecutive dalle stesse coppie arbitrali, oltre ad essere un’anomalia, possa essere controproducente), anche se questo non giustifica la mancanza di reazione dei Toscani, che per svegliarsi, devono subire l’1 a 4, con Cocino (min.27.10).

Infatti, quando il risultato sembra ormai compromesso, finalmente i Flying Donkeys trovano il ritmo e la grinta per tentare la rimonta, e i Laziali sembrano accusare.

La reazione viene ancora una volta bloccata, da un altra penalità (2+2 min), discutibile, comminata a Lunardini, che inoltre deve scontare altri 10 minuti a causa della terza penalità minore.

Ma ormai, anche se tardivamente, la molla, nei Flying Donkeys è scattata, e al min. 45.07, finalmente i Toscani sfruttano un Power Play (in panca puniti Massimi), con Saettoni (2 a 4).

I Biancocelesti continuano a premere, e segnano ancora in Power Play con Rovai (min. 48,04, punito Zolovkins 3 a 4), ridando una minima speranza, e accendendo il tifo del pubblico locale.

Ma i Mammuth cercano di addormentare il gioco, e nonostante Carboncini tenti l’ultima carta togliendo il portiere, inserendo un altro attaccante, la partita termina sul 3 a 4 per i Laziali.

Difficile commentare questa sconfitta, perché non si può in nessun modo dire che questa squadra non sia all’altezza di affrontare questo Campionato , ma un insieme di fattori, non ultima anche una notevole dose di sfortuna, impediscono a questo gruppo di esprimersi al meglio.

Le qualità e la voglia ci sono, ma manca la continuità, la capacità di concentrazione dal primo all’ultimo secondo, che nell’Hockey In Line, più che in qualunque altro sport è necessaria.

Adesso, prima della pausa per le feste, l’ultima difficile trasferta in casa della terza in classifica, Monleale, sabato 22 Dicembre.

Gli altri risultati:

Molinese-Milano 1 a 6

Vicenza-Cittadella 11 a 3

Padova-Asiago 8 a 1

Monleale, riposo

La classifica:

Padova 11, Milano 18, Monleale 17, Vicenza 13, Cittadella 12, Asiago e Molinese 4, Roma e Empoli 3.

referto arbitrale empoli-roma

  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions






  • login









3 utenti In linea

google
Ricerca interna: