UN WEEKEND CON IL CAMPIONE

E IL SOGNO DIVENTO’ REALTA’

Dave Hammond, Capitano della nazionale Canadese di Hockey In Line, e capocannoniere con 70 reti del Campionato Italiano giocando nell’Edera Trieste, ha lasciato a Empoli un ricordo eccezionale.

Fin dai primi minuti, i piccoli Flying Donkeys , (ma anche qualcuno venuto da Massa), dal più piccolo di soli 5 anni, al più grande di 13, dopo qualche comprensibile momento di soggezione, pendevano dalle sue labbra, ogni volta che col suo slang Califor-Canadese, li istruiva (naturalmente debitamente tradotto).

Il Sabato pomeriggio era dedicato alla tecnica individuale, dove Dave, ha molto insistito sulle finte, sia per ingannare il difensore avversario, che il portiere.

Successivamente, l’attenzione si è rivolta al tiro, e al maneggio della stecca.

Hammond ha saputo sempre tenere alta l’attenzione, alternando a vere lezioni, delle dimostrazioni pratiche, (prendendo come vittime i poveri portieri, il Piccolo Francesco Taddei, e il portiere della prima squadra Federico Buschi, chiamati al superlavoro), e a momenti di puro divertimento.

Il pomeriggio è volato, e alle 19.00, un applauso ai due portieri, che più di tutti hanno patito il caldo del pomeriggio,doccia, e di corsa a mangiare all’Hotel Alexandra, che ha anche ospitato il Canadese.

Domenica, inizio alle 11.00 con un ripasso delle lezioni del giorno precedente, e poi lezione dinamica, su come portare il disco, e il gioco di squadra.

Un bel pranzo a bordo pista, con lasagne, spaghetti al pomodoro,offerto dal Bar Stadio, ormai diventato sponsor…alimentare, e dolci fatti in casa, e fragole portate dalle mamme dei ragazzi.

Nel pomeriggio, un po’ di ripasso, e poi partitella, grandi contro piccoli, ma con i piccoli che avevano un rinforzo importante……lo stesso Dave Hammond.

Alle 16.00, il canadese si è messo a disposizione per autografare tutti i vari accessori dei bimbi…caschi, guanti, stecche, maglie, e poi le borse portascarpe coi colori dei Flying Donkeys, offerte dalla Società Sportiva Empolihockey, Dave si è lasciato travolgere con dedizione da un’orda di ragazzini appassionati.

Alle 17.00, i ragazzi hanno potuto ammirare il campione Canadese, nel gioco vero, quando ha partecipato ad una partitella-allenamento fra Forte dei Marmi e Flying Donkeys Empoli, in memoria del Compianto portiere “Ciccio”, Alessio Del Marco, deceduto 5 anni fa, in un tragico incidente stradale.

Manco a dirlo, Hammond, nel primo tempo ha indossato la maglia dei Flying Donkeys, e nel secondo quello del Forte dei Marmi, segnando 2 goal per parte.

Dave ha molto apprezzato la permanenza di 2 giorni a Empoli, e gli ha fatto piacere anche potersi allenare un po’, visto che dopo la fine dei Playoff con l’Edera Trieste non aveva più messo i pattini.

Per l’Empoli è stata la realizzazione di un piccolo sogno, che ne ha risvegliato uno più grande:

Poter avere da noi un campione del suo calibro, potrebbe dare una bella spinta di crescita, sia ai piccoli, ma anche ai giovani della prima squadra.

Logicamente il sogno è quasi irrealizzabile, visto che Hammond ha avuto moltissime offerte da Società ben più dotate e ricche di Empoli, ma……mai dire mai. Magari ci si può mettere qualche anno, ma i sogni possono diventare realtà.

Il Capitano del Canada, alle 21.25 ha preso il treno per Mestre, per poi volare in Germania, dove il 1° Giugno iniziano i Mondiali IIHF, prima partita del Canada alle ore 14.00, contro la Slovenia.

Questo il link ufficiale dalla IIHF, da dove si possono seguire le partite in diretta streaming dal 1 Giugno.

http://www.inlinewm.de/index_de.php?nav=livestream

Foto di Antonio Giorgetta

  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions






  • login









4 utenti In linea

google
Ricerca interna: