MONLEALE VINCE, MA NON HA GIOCO FACILE CONTRO I FLYING DONKEYS

Sulla carta era una lotta impari.

L’ultima in classifica, contro la terza, Monleale, in pieno assetto da Playoff scudetto.

Ma come spesso accade ai Ciuchini volanti, essi riescono a dare il meglio di sé nelle partite dal risultato (quasi) scontato.

Fin dal primo secondo, mettono sotto torchio la prima linea del Monleale, che sembra quasi sorpresa dalle folate dei Biancocelesti, che difendono bene, partendo in contropiede con le punte Zazzaron, Bellè, Sani, e Milcik costringendo il portierone Nazionale Antinori a più di un intervento.

Anche Buschi difende bene la gabbia, e per 8 minuti di gioco, si vedono continui rovesciamenti di fronte, cambi volanti, quasi senza interruzione.

Al min. 8,57, Pazzaglia, subisce la prima penalità della partita, e il Monleale ci mette poco più di un minuto per concretizzare la superiorità numerica, col goal di Moro (1 a 0, min.9.36).

I Flying Donkeys reagiscono positivamente al goal subito, e mettono ancora sotto torchio gli avversari, e al min. 10.06 è Romero a sedere in panca puniti.

La linea Power Play dei Toscani torna ad essere efficace, con Onorato, che ripaga Coach Carboncini della fiducia che ha riposta in lui, pareggiando con un bel tiro potente di prima, che beffa Antinori (1 a 1, min.11.05).

Al min. 13.77, Bosio riporta in vantaggio i Piemontesi, approfittando di un errore difensivo, e al min.18.33, Di Fabio porta a 3 le reti del Monleale.

Poco dopo, Sani subisce un fallo in balaustra non sanzionato, mentre invece Milcik finisce in panca puniti per un presunto fallo di ostruzione (min.19.04).

La linea Penalty Killing Biancoceleste resiste, con un Buschi ancora una volta superlativo davanti alla gabbia, e al ristabilirsi della parità numerica, Bellè si libera davanti alla gabbia di Antinori, ma viene sbilanciato, e cade investendo il portiere Piemontese, e la porta.

Sia Bellè che Antinori dovranno uscire di pista contusi, ma Antinori non ce la fa a riprendere, sostituito davanti alla gabbia dal secondo portiere Russo.

All’inizio del secondo tempo è lo stesso Bellè ad accorciare le distanze per i Flying Donkeys (min.26,53, 3 a 2), ma ancora una penalità discutibile riduce in inferiorità numerica i Biancocelesti (penalità a Sani, Min.30.18), ed è Moro a sfruttare il Power Play (min.31.33, 4 a 2).

Gli animi si scaldano, Monleale sembra soffrire la tenacia dei Flying Donkeys, e al min.43.03, doppia penalità, Delfino per i Piemontesi, e Lunardini per i Toscani.

Al min 45.13, seconda penalità a Milcik, ma Empoli difende bene.

Al min.47.03, Delfino sconta la sua seconda penalità personale, ma il Power Play dei Biancocelesti non è efficace, e si fa rubare disco da Moro, che segna il goal del 5 a 2 (min.48,58).

Ma non è finita, Delfino al rientro dalla penalità fa il diavolo a quattro, incitato dal suo pubblico, ma Buschi gli resiste, e proprio dal successivo contropiede, nasce il goal di Zazzaron, che accorcia le distanze per i Flying Donkeys (5 a 3, min 59.47).

Finale di partita un po’ troppo “animoso”, col Biancoceleste Sani che finisce a terra dopo la sirena , prontamente soccorso dai compagni e dall’assistenza sanitaria, ma nessuna conseguenza per lui.

Superato il momento di stizza, le squadre si allineano per il saluto finale, e tutto finisce lì.

I Flying Donkeys lasciano Monleale convinti dalla loro bella prestazione, e si prepareranno al meglio, la settimana che, per l’ultimo match contro Cittadella.

Un cenno ai risultati degli altri campi:

Latina-Padova 7 a 16

Milan-Trieste 9 a 4

Arezzo- Vicenza 6 a 4

Zona playoff ormai definita (potranno cambiare solo alcuni abbinamenti), tra Trieste, Milano, Vicenza, e Monleale.

Arezzo matematicamente salva, Empoli costretta alla vittoria nell’ultima partita per evitare la retrocessione in A2.

  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









7 utenti In linea

google
Ricerca interna: