I FLYING DONKEYS SI BRUCIANO LE ALI AD ASIAGO

E’ STATA PIU’ PESANTE DEL NECESSARIO LA SCONFITTA DEI BIANCOCELESTI

Una partita spigolosa per i Flying Donkeys, a volte dura ma sempre corretta
Ben 8 penalità a favore dei Toscani (contro i 4 a sfavore), con un goal segnato in 4 contro due, e uno subìto è un risultato troppo negativo per non convincersi che qualcosa non funziona nel Power Play dei Biancocelesti.

Eppure, ai Flying Donkeys la convinzione non sembra mancare, quando in apertura di partita riescono a rendersi pericolosi davanti alla gabbia di Stella più volte, anche se il portiere della squadra dell’altopiano ha fatto vedere un’ottima prova, opponendosi efficacemente ai tiri dei vari Bellè, Lunardini, Branzanti, Pazzaglia, e Zazzaron.
Quando al min. 3,31 gli arbitri comminano una penalità minore a Tessari, pare che la partita debba iniziare nel migliore dei modi per i Toscani, ma il Power Play Biancoceleste non riesce a sfruttare la ghiotta opportunità.
Dopo il Power Play, i Vipers hanno una reazione che i Biancocelesti non riescono ad arginare;
In 2 minuti, ben 3 goal; al 6,59 Rigoni A (1a 0), al min. 7,22 Tessari N. (2 a 0), e al min.7,46 Strazzabosco (3 a 0).
Coach Carboncini chiama Time Out per chiamare all’ordine i suoi, e per far rifiatare Corti, e per un po’ si vede l’Empoli che vogliamo, più preciso sia nella fase difensiva che in attacco.
Il goalie Veneto è però in ottima giornata, e dice no alle folate dei Donkeys, che si rendono pericolosi con Bellè e Lunardini.
Al min. 15,31, Pazzaglia siede in panca puniti per 2 minuti, per un fallo in fase difensiva, e Corti, ben aiutato dalla linea penalty Killing, difende bene la gabbia, peccato, che 20 secondi dopo il ritorno alla parità numerica in campo, Rigoni A, beffi il Goalie Toscano recuperando un suo rebound (min.17,52, 4 a 0).
Poco dopo, Bellè si rende pericoloso davanti alla gabbia di Stella, ma viene fermato senza tanti complimenti.
Al min.19,21 seconda superiorità per i Donkeys, stavolta in panca puniti ci va Rigoni S, e la prima occasione nell’arco dei 2 min. Viene sprecata da Saettoni, mentre Stella si esibisce in due parate molto belle su Bellè, e su Zazzaron.
Lo stesso Bellè cercando di non lasciarsi sfuggire in contropiede un avversario, lo ferma fallosamente, e viene punito a sua volta.
Al rientro di Rigoni, è Asiago ad essere in superiorità, e l’attaccante dei Vipers ha un’occasione solo davanti a Corti, che è bravo a parare, e pochi secondi dopo (min. 24,52) tocca a Mosele la panca puniti, quindi il tempo termina con le squadre in 3 contro 3.
Il secondo tempo vede Empoli ancora in superiorità numerica, con Mosele in panca puniti fino al 26,42, e subito dopo Rigoni A, ma il Power Play Toscano viene ancora neutralizzato.
Durante il Power Play, Saettoni, che fa l’uomo sotto porta in attacco, riceve addosso un tiro violento ravvicinato del compagno Branzanti, che gli spacca la visiera, e gli causa un’emorragia al naso, prontamente medicata, quindi il giocatore Toscano è in grado dopo pochi minuti di riprendere il gioco.
Ristabilita la parità numerica, Asiago ricomincia a macinare gol, e il povero Corti viene tempestato da tutte le distanze, senza che i suoi compagni siano in grado di alleggerirgli il lavoro, e va in rete Rigoni F. (min. 29,40, 5 a 0), La Monaca ( min.32,40, 6 a 0), ancora Strazzabosco (min.34,31, 7 a 0), Mosele su Power Play, con Bellè in panca puniti (min.37,12, 8 a 0), e Ceschini (min.37,28 9 a 0).
Pochi secondi dopo, Sani e Sartori si scontrano in balaustra, ma Sartori ha la peggio, visto che la sua stecca rimane fra il suo corpo e la balaustra stessa, sospetta frattura di una costola, che da informazioni del sito dei Vipers fortunatamente dai controlli clinici sembra scongiurata.
Al min. 37,56 nuovo Power Play per i Donkeys, a causa di una penalità a Petrone, e durante la fase di superiorità numerica Empolese commette fallo anche Sartori, e finalmente i Biancocelesti realizzano il gol della bandiera con Zazzaron.
Al min. 43,42 penalità a Rovai, e i Vipers ne approfittano efficacemente segnando il decimo goal con Petrone (min. 44,53).
Finalmente un’azione in attacco efficace dei Flying Donkeys, grazie ad un’iniziativa personale di Bellè, che beffa il portiere Chiesa , che ha sostituito Stella davanti alla gabbia dei Vipers.
Poco dopo, l’undicesimo gol Veneto, arriva con Strazzabosco (tripletta per lui), prima di un’altra superiorità numerica per i Biancocelesti, che però sembrano essersi arresi, e subiscono il gol numero 12 da Rigoni S.
Conclude le segnature Filippo Tessari, al min. 49,58 (13 a 2).
Nel finale il portiere Luca Corti, al suo esordio assoluto in campionato, giocoforza ha dovuto cedere, ma il goalie Toscano, soprattutto nella prima parte di partita, si è comportato benissimo, e non si può certamente parlare di condizionamento per la mancanza del primo portiere Buschi, e del secondo portiere Armeni (presente in panchina, ma risparmiato contro Asiago per dare modo al taglio al dito di rimarginarsi al meglio), perché  Corti, nonostante fosse all’esordio assoluto in Campionato, è riuscito a limitare il bottino dei Vipers a soli 4 goal, nel primo tempo, opponendosi strenuamente alle cannonate degli esperti giocatori dell’Altopiano, e continuando a lottare anche nel secondo, finché il fisico lo ha sorretto.
Adesso bisogna voltare pagina, e affrontare, Sabato 28 Gennaio, con serenità e determinazione,  il Milano Quanta, super rinforzato in vista dei Playoff, essendovi confluiti alcuni dei migliori giocatori ex-Padova.
Non sarà facile, ma nonostante, che la sfortuna perseguiti i Flying Donkeys (la defezione di uno dei migliori attaccanti, Toccafondi, e l’infortunio al primo portiere), ancora il clima che si respira a Empoli è positivo, e come sostiene Coach Carboncini, anche contro gli squadroni inarrivabili i Biancocelesti devono dare il loro massimo, per trovarsi preparati al meglio agli scontri diretti per la salvezza.
Sabato 28 si giocherà in casa, alle ore 19,00.

  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









6 utenti In linea

google
Ricerca interna: