I FLYING DONKEYS SCONFITTI 8 A 4 A MILANO

Mario Milcìk segna anche a Milano Vai alla galleria fotografica

Con questa trasferta,si conclude la serie di 4 partite contro le “big” del Campionato di Serie A1.

Anche in questa occasione, nonostante la sconfitta fosse quasi scontata, i Toscani non hanno reso la vita facile ai Lombardi, e lasciano Milano con un po’ di amaro in bocca, per qualche errore di troppo, e qualche occasione persa.

Al primo ingaggio, la prima linea dei Flying Donkeys parte davvero in modo fulmineo, e i Milanesi restano quasi un po’ sulle gambe, travolti dall’aggressività di Sani, Saettoni, Branzanti, e Lunardini.

Sono i Biancocelesti a procurarsi le occasioni migliori, mentre Buschi fa buona guardia davanti alla gabbia empolese, sventando con efficacia le folate in attacco di Simunek e Kucera.

Milano sembra quasi in difficoltà, e al min.7,23 Vumbaca per non perdere Bellè, lo ferma in modo irregolare.

Primo Power Play per Empoli, che ad un secondo dallo scadere, finalizza con Sani, dopo un perfetto assist di Branzanti ( 0 a 1, min.9,22).

Il vantaggio Biancoceleste lascia basito il pubblico Milanese, e infonde coraggio ai Toscani, che continuano a macinare gioco con tutte e tre le linee. Al min.9,39, viene pescato in fallo Milcìk, ma il power Play dei Lombardi non è efficace, nonostante il portiere toscano Buschi si debba impegnare al massimo per difendere la gabbia.

Il pareggio milanese arriva però al min.19.33, su una bella azione, con Uccelli (1 a 1).

Al minuto 13,37, Milcìk però riporta in vantaggio i Biancocelesti, raccogliendo un assist perfetto di Capitan Errico, che in precedenza aveva recuperato il disco a metà campo, e saltato un avversario. (1 a 2).

Al min. 17,53, lo stesso Errico viene puntio per un’entrata in balaustra considerata troppo energica, e stavolta il Power Play del Milano 24 è efficace, segnando con Capitan Zorzet il gol del pareggio (min.19,33, 2 a 2).

I Biancocelesti incappano in qualche ingenuità, al min. 22,27, Bellè viene punito per aver insistito un po’ troppo con la stecca sui polsi di un avversario, ed è fulmineo Kucera ,che dopo soli sei secondi di power play porta in vantaggio il Milano.

I Flying Donkeys finiscono il primo tempo in inferiorità, per un’entrata di Sani, giudicata fallosa, anche se il giocatore toscano, pur essendo arrivato sull’avversario in modo sbilanciato, gli aveva tolto il disco senza toccarlo.(finale primo tempo, 3 a 2).

Il secondo tempo inizia con Milano ancora in Power play, con Kucera, che sale in cattedra, e segna il quarto gol per i rossoblu (min.26,25, 4 a 2).

Al min.29,31, nuovo Power Play a favore dei Biancocelesti per una penalità inflitta a Buggin, e forse è questo il momento chiave della partita, perchè Empoli, non riesce a sfruttare la superiorità, nonostante ci vada vicino più volte, facendo così sfumare la possibilità di accorciare le distanze. Poco più di mezzo minuto, e finisce in panca puniti il Rossoblu Uccelli (min.32,17), ma la linea Power Play Toscana non è più lucida, e non solo non riesce a segnare, ma prende addirittura un gol in contropiede, con Kucera che si invola tutto solo verso l’incolpevole Buschi, beffandolo incontrastato. (hat trick per lui, al min.33,01).

Al min. 36,36, la penalità viene inflitta a Zazzaron, ma stavolta i Toscani resistono al Power Play dei Milanesi, anche se il sesto gol Rossoblu arriva dopo poco, al min.38,55, con Tomasello.

Anche Simunek vuole mettere la firma sulla vittoria del Milano, col bel gol segnato al min.41,53 (7 a 2).

I Flying Donkeys hanno una reazione d’orgoglio, e non si danno per vinti.

Al min. 45,54, Luca Bellè corona una sua azione personale, segnando con un rovescino a palombella che beffa il portiere rossoblu Fiordelisi  (min.45,54, 7 a 3), e al min. 47,32, si sblocca anche Saettoni, che corona il buon momento dei Biancocelsti col 7 a 4 (min.47,32).

Ma è ancora Tomasello (doppietta per lui), a ribadire la superiorità dei Lombardi, col definitivo 8 a 4 (min.49,25).

Milano deve solo gestire il disco fino alla sirena finale.

In conclusione, una sconfitta onorevole, contro un’altra squadra costruita per andare ai Playoff Scudetto, con i Biancocelesti che sono rimasti in partita a lungo, grazie anche ad un Buschi ancora una volta superlativo, che nel primo tempo si è esibito in ben 38 parate, numero che spesso si verifica in una partita intera.

La solidità del giovane portiere Biancoceleste permette ai Flying Donkeys di poter fare esperienza in questo Campionato con una certa tranquillità, sapendo che i frequenti errori spesso vengono neutralizzati dal Goalie della Nazionale U20.

Coach Carboncini è soddisfatto dei suoi, e ha individuato anche alcune correzioni da fare fra le linee Biancocelesti, soprattutto in vista delle prossime due partite, che sono fra quelle alla portata della giovane squadra neopromossa.

Sabato 5 Novembre c’è l’appuntamento casalingo con l’altra neopromossa Latina, che arriverà col coltello fra i denti, sapendo che anche per lei Empoli è fra le poche a portata di….gabbia.

Dopo la pausa di Sabato 12, probabilm

ente ci sarà un altro spareggio per la salvezza, con l’anticipo di Domenica 20 Novembre ad Arezzo, coi Lions. (Arezzo ha chiesto la variazione di data per la partita in programma Sabato 3 Dicembre, per l’indisponibilità del Palacaselle).

  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









8 utenti In linea

google
Ricerca interna: