SERIE A2 – DECIMO SIGILLO ( al cardiopalma!!!! )

GALLERIA FOTOGRAFICA

Empoli 31-01-2011.C’erano tutti i presupposti per la prima battuta d’arresto.
Due portieri su tre influenzati, con Buschi sotto antibiotici (ma nessuno se ne è accorto),capitan Errico a letto con la febbre, Toccafondi coi postumi dell’influenza, Bellè reduce da un infortunio al ginocchio;
L’infermeria dei biancocelesti era piuttosto affollata!
Nonostante tutto, si respirava un’aria positiva nello spogliatoio, come sempre, anche grazie al lavoro prezioso di Coach Carboncini per motivare la sua squadra, che è stato fondamentale, oltre naturalmente
alla preparazione fisica e tecnica..
Montebelluna si è presentato con i suoi rinforzi provenienti dall’ex Spinea, e s’è visto subito in campo. I Donkeys hanno subito dovuto fare i conti con una Squadra velocissima, agguerrita, e di buon livello tecnico.
Ma andiamo per ordine:
Fin dalle prime battute si nota subito che sarà una giornata difficile per gli empolesi. Buschi si è subito dovuto esibire in alcune belle parate per salvare la gabbia, anche se i Donkeys riescono ad essere pericolosi in contropiede, ed è la seconda linea che fa subito male, con Bellè perfettamente imbeccato da Toccafondi, che senza pensarci su mette subito il disco alle spalle di Dal Ben (0 a 1, min.2.44).
Lo stesso Toccafondi, al min.9.28 viene pescato in fallo, e subisce una penalità minore, con Montebelluna che pareggia dopo 11 secondi (1 a 1, min.9.39 Bezzi).
Il gioco è veloce, spigoloso e a tratti duro, al min.11.20 l’arbitro punisce Pistellato, ma il Power Play biancoceleste non produce gol, mentre al min.18.42 finisce in panca puniti Sartori, e durante il power play una brutta entrata di Varotto su Pazzaglia costringe il Montebelluna a difendersi in due contro quattro (min.19.40).
Proprio allo scadere della prima penalità l’Empoli riesce a segnare con Saettoni (min.20.19, 1 a 2).
Al min. 21.47 2 minuti di penalità a Compostella, e ancora una volta il power play biancoceleste è efficace, con Sani (min. 23.35, 1 a 3).
E’ doveroso ricordare anche il fondamentale apporto della terza linea Sadocchi, Lunardini, Onorato e il Giovanissimo Giorgetta, che permettono alle prime due linee di rifiatare, ma vanno anche più volte vicino al gol.
Proprio allo scadere del primo tempo, l’arbitro punisce un blocco di Saettoni, che costringerà i Flying Donkeys a iniziare il secondo tempo in inferiorità numerica.
Il Montebelluna inizia il secondo tempo ancora più determinato del primo, ma la linea penalty killing biancoceleste non si arrende, anche se il gol del dei veneti è solo rimandato fino al min.31.32, quando Bezzi sfugge al suo diretto marcatore, beffando Buschi con un tiro molto angolato (2 a 3).
Poco dopo, (min.32.12), anche Bellè finisce sulla lista dei “cattivi”, e col successivo Power Play, il Montebelluna pareggia, per la gioia del pubblico casalingo presente (min.33.20, 3 a 3, Pistellato).
Lo stesso Pistellato, poco dopo commette il suo secondo fallo (min.36.47), ma stavolta i biancocelesti non approfittano della superiorità numerica.
Al min.43,38 l’arbitro vede un fallo di Branzanti, e col bravo difensore seduto in panca puniti, nonostante la sua assenza, la linea Penalty Killing resiste all’assalto dei veneti.
Al min. 46.05 seconda penalità per Compostella , stavolta l’Empoli neapprofitta, proprio con Branzanti (min.46.59, 3 a 4).
Le due squadre continuano ad affrontarsi a viso aperto, con numerosi spettacolari rovesciamenti di fronte, fino a due minuti dalla fine, quando Montebelluna rinuncia al portiere per schierare cinque giocatori di movimento, e il conseguente power play porta i suoi frutti, portando al pareggio il Monte, con Compostella (min.49.39, 4 a 4)
I giochi ormai sembrano fatti, anche il pubblico locale sembra soddisfatto di un prestigioso pareggio contro la capolista.
Nessuno però aveva fatto i conti con Sani, che sfruttando un disco recuperato dietro porta da Saettoni, da distanza ravvicinata segna a soli 5 secondi dalla sirena finale, per il definitivo 4 a 5.
Grandissima soddisfazione per il team Biancoceleste, che ha mostrato davvero una grande prova di carattere, e onore ai Veneti, che hanno dato vita ad una partita davvero spettacolare, e nonostante il comprensibile sconforto, hanno accettato con grande sportività la sconfitta.
Questa vittoria è molto importante, considerando che Montebelluna è una possibile diretta concorrente per un eventuale secondo posto per la promozione, ma lo è soprattutto per il morale, per rinforzare la consapevolezza che questa è davvero una grande squadra nell’ambito della categoria cadetta, che continua a dimostrare di meritare il posto che occupa in classifica.

  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









11 utenti In linea

google
Ricerca interna: