Serie A2: MISSIONE COMPIUTA SUL FILO DEL RASOIO!!

FOGLIO GARA // Classifica serie A2 – 2010/2011 // PROSSIMA GARA

copia-di-20101204_221601_212.jpg

GALLERIA FOTOGRAFICA

Empoli 06-12-2010. Si sapeva che non sarebbe stata una trasferta facile, ma ancora una volta, i Biancocelesti hanno dimostrato spirito di squadra, e soprattutto testa, battendo i Draghi sul loro difficile campo.
I torinesi partono subito con ritmo elevato, mentre i biancocelesti accusano un certo disagio sul fondo molto scivoloso della Pista comunale di Via Trecate.
I Donkeys riescono a mantenere un certo ordine, ma subiscono un po’ la pressione torinese, sfruttando però le ripartenze, ed è proprio su una
di queste, che Saettoni trova un gol importantissimo per la gestione della partita (min.03,33, 0-1). Al min. 08,28, si capisce subito quale sarà il metro di giudizio dell’arbitro,quando Branzanti viene spedito diritto in panca puniti per un’entrata sul disco che sembrava tutt’altro che fallosa.
Torino non sfrutta Power Play, grazie alla solita linea Penalty Killing, e all’attento portiere Buschi.
La partita non è bella, molto tesa, ma mai cattiva, e i Donkeys hanno difficoltà a costruire gioco, ma i Draghi mostrano le stesse difficoltà. Il primo tempo termina sullo 0-1 per i Biancocelesti, unica nota, la penalità contemporanea in inflitta a Saettoni, e all’allenatore-giocatore torinese Vaccarino.(min.24,47). Fin dai primi secondi del secondo tempo, i Draghi impegnano a fondo i Biancocelesti, che si difendono con un certo ordine, anche se almeno un paio di volte ci deve metter una pezza il portiere Buschi, fino al min.32,24, quando l’arbitro spedisce in panca puniti il torinese Corio.
Lo “special team” Biancoceleste mette sotto pressione la difesa Torinese, e anche il portiere Mirco Bianchi ha modo di mostrare le sue qualità. Dopo neanche un minuto dal rientro di Corio, l’arbitro espelle il toscano Onorato, ma neanche il Power Play torinese riesce acambiare il risultato Al min.37,05 penalità per Viti, e durante il P.K, anche Levante subisce penalità, ma nemmeno in 4 contro 2 i Torinesi riescono a superare il portiere Biancoceleste Buschi.
Al min. 40,43, si vede un po’ di confusione nel cambio dei Draghi, e Sani approfitta subito della situazione, raddoppiando per l’Empoli. (0 a 2). La reazione dei Draghi è veemente, ma nonostante il momento difficile, coach Carboncini riesce a far girare tre linee, evitando così ai suoi giocatori di andare in affanno.
Al min. 43,33 l’arbitro espelle il torinese Silvi, e stavolta lo Special team biancoceleste, ne approfitta, con Pazzaglia, che dopo aver preso un prima volta in pieno il palo, al giro successivo, con un bello slap, mette il disco alle spalle del portiere Bianchi.(0 a 3, min.44,21).
Fino a qui la gara ha rispettta il motivo conduttore principale, Draghi avanti alla ricerca del risultato e Flying Donkeys in controllo del match ( metodo Vipers docet! ), coperti, attenti a non scoprirsi e tesi a controllare la gara, ma pronti a colpire di rimessa su ogni smagliatura della difesa torinese.
La partita potrebbe sembrare finita, ma chi gioca a Hockey sa che 6 minuti sono lunghissimi, e la reazione torinese è veemente, aiutata anche da alcune chiamate arbitrali che , a nostro personalissimo avviso, sono state a dir poco discutibili, ma si sa , “fallo è quando arbitro fischia”.
Inizia un serie incredibile di penalità ai danni degli empolesi, che li fanno sembrare una banda di terribili picchiatori. Al min. 45,10 è l’Empolese Galli a finire in panca puniti, ma la linea PK biancoceleste tiene, anche se il gol torinese viene dopo soli 4 secondi dal rientro del giocatore punito (1 a 3, min.47,14).
Al min.49,16, ancora una penalità a Branzanti, e stavolta la linea penalty Killing bianco celeste, trovatasi in 3 vs 5 per l’uscita del portiere torinese Bianchi, deve capitolare, al min.49,42 segna Corio, in maniera rocambolesca , il cui tiro diretto nettamente fuori, viene deviato con il pattino di un difensore empolese alle spalle dell’incolpevole Buschi, interrompendo una imbattibilità di questa incredibile linea, che dura dalla prima partita di campionato.(2 a 3). Gli ultimi 18 secondi di gara sono ovviamente concitati, con Saettoni e Corio che vengono espulsi contemporaneamente, ma il risultato non cambia, e alla sirena finale, tutte le rivalità sportive si interrompono, e le due squadre si salutano correttamente.
Anche questa una trasferta difficile, ma ancora una volta i Flying Donkeys hanno confermato la loro coesione, e un costante miglioramento di partita in partita.
Dopo questo inizio di campionato, in cui l’Hockey Empoli ha incontarto le più quotate compagini, ci si potrebbe aspettare un periodo relativamente facile; niente di più sbagliato, il difficile arriva proprio adesso perché dobbiamo incontrare una neo promossa che sta facendo benissimo e le squadre che, per ora, occupano la parte bassa della classiìffica. Non esiste niente di più insidioso per una squadra che è a punteggio pieno. Tutti ci affronteranno con una motivazione in più, battere la capolista!

  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









4 utenti In linea

google
Ricerca interna: