SERIE A2: I FLYING DONKEYS SOLI IN VETTA

FOGLIO GARA // Classifica serie A2 – 2010/2011 // PROSSIMA GARA

GALLERIA FOTOGRAFICA

EMPOLI, 22.11.10 – I biancocelesti conquistano la terza vittoria consecutiva contro i cugini toscani di arezzo ed ottengono la prima posizione solitaria in testa alla classifica, tallonati a due punti dal temibile Latina e dalla matricola Treviso.
Il risultato netto di 5 a 1 è un po’ bugiardo, riguardo al reale valore delle squadre in campo, anche se probabilmente è ancora una volta la maggiore freschezza dei biancocelesti nella seconda metà della partita a fare la differenza.
Subito dopo il fischio d’inizio, si denota subito un Arezzo ben organizzato in campo, deciso
a vender cara la pelle.
Il primo gol infatti è dei Lions. E’ bastato un attimo di distrazione su un cambio al volo dei Donkeys, e
Patriarchi al min.1,07 porta subito in vantaggio i gialloneri.
Sembra quasi un’abitudine dei biancocelesti, andare in svantaggio per primi, come però sembra anche che i nostri siano in grado di reagire subito. Infatti, la pressione dei Donkeys diventa più forte, e l’esperto Marco Lotti viene colto in fallo di ostruzione dall’arbitro Rizzi.
Il fallo sembra veniale, e questa penalità è la prima di una lunga serie che verrà comminata alle squadre durante la partita, dimostrazione palese del criterio molto severo adottato da questo arbitro nel giudizio dei falli.
La linea Power play, composta da Pazzaglia, Branzanti, Sani, e Capitan Errico, ci mette 12 secondi ad andare in gol, con un bel tiro di Pazzaglia. (min.3,25, 1 a 1).
Al min. 7,51 è lo stesso Pazzaglia ad andare in panca puniti, Arezzo non ne approfitta, anche perchè al min.9,01 si siede in panca puniti l’aretino Gallorini, quindi tre contro tre fino a 9,51, e power play biancoceleste fino al min.11,01 senza che cambi il risultato.
Al min 37,45 l’arbitro giudica fallosa un’entrata decisa del biancoceleste Saettoni, ma ancora l’Arezzo non riesce ad approfittarne, e infine dal min.22,48, fino al 24,48, va in panca puniti Guidi, senza che però il risultato cambi.
Il secondo tempo, vede ancora molti falli fischiati; Dopo poco più di un minuto dall’inizio (26,20), viene punito il giallonero Cuseri, e ci vogliono ancora una volta solo 12 secondi a Pazzaglia per segnare (min.26,32), per il vantaggio empolese.
Al min.35,44, Fabio Guidi, in una azione un po’ confusa con falli e controfalli, beffa il portiere giallonero Mafucci con una palombella dal lato sinistro della porta, gol molto contestatto dagli aretini, perchè secondo loro viziato da un fallo ( il cronista purtroppo, coperto, non ha visto l’azione), ma l’arbitro perentorio assegna il 3 a 1.
Al min. 39,50 si siede per la seconda volta in panca puniti Gallorini, e ancora una volta, al min.40,27 il power play biancoceleste è efficace, con Alessio “sissi” Rovai, che beffa Mafucci con un bello slap.
Al min.40,39 viene punito il biancoceleste Lunardini, ma ormai la linea P.P. Aretina sembra quasi rassegnata all’insuccesso, grazie ad una splendida linea penalty killing Empolese, e soprattutto ad un portiere Buschi che ha abbassato definitivamente la saracinesca.
Al min. 47,26 viene punito Valdambrini, e ancora Rovai corona una sua splendida prestazione giornaliera ( fondamentale il su apporto anche nel penalty killing ), col secondo gol personale, per il definitivo 5 a 1, nonostante finisca ancora in panca puniti Lunardini (min.48,00), che costringe i biancocelesti a finire la partita in tre, senza che i Lions riescano però ad accorciare le distanze.
Non si può parlare di una bellissima partita, un po’ per le continue inferiorità e superiorità numeriche delle squadre, un po’ per la visibile tensione di molti giocatori, che hanno giocato contratti, e quindi non al loro massimo livello.
Comunque tre punti importantissimi, soprattutto in considerazione dell’insidiosissima trasferta di sabato prossimo a Roma, contro un Latina, che fin dalla scorsa stagione, sembra quasi imbattibile in casa, e che quest’anno si può fregiare anche della presenza dell’italo-canadese Jason Trinetti, già capocannoniere del Campionato.
“Non ci dobbiamo preoccupare”, sostiene il vicepresidente Franco Viti, “Viviamo alla giornata, abbiamo iniziato questo campionato nel miglior modo possibile, e l’importante è andare a Roma senza paura, cercando solo di giocare al meglio, senza l’assillo del risultato a tutti i costi, i proclami di promozione li lasciamo agli altri, noi dobbiamo fare una sola cosa, testa bassa e pattinare, siamo o non siamo flying donkeys ?? ”.

  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









6 utenti In linea

google
Ricerca interna: