AI CIUCHI EMPOLESI GARA 1

Referto gara //  GRIGLIA PLAY-OUT  A1/A2   2009/2010 // Prossima Gara //

flyer

Gallery Fotografica

EMPOLI, 28.03.10 – INCREDIBILE: A EMPOLI GLI ASINI NON SOLO VOLANO, SANNO ANCHE RUGGIRE
Con una prestazione superlativa, i Flying Donkeys riescono a piegare il Polet Trieste, venuto al Pala Aramini tutt’altro che rassegnato.
Per dirla con coach Carboncini, tutti bravi, i giocatori Biancocelesti, che con una gara giocata col cuore e con la grinta hanno ottenuto una vittoria quasi insperata, quanto meritata.
Primo su tutti, il
giovane portiere Federico Buschi, che ha dato un apporto fondamentale alla vittoria, con una prestazione superlativa.
La cronaca:
Fin dal primo ingaggio, i Triestini vogliono dimostrare chi sono, e da dove vengono,
ma i Flying Donkeys anche se un po’ contratti nei primi minuti, ribattono colpo su
colpo, e con federico Buschi che nella prima metà del tempo dà veramente spettacolo
con una serie di parate stupende, entusiasmano il pubblico amico.
La partita si delinea subito molto tirata, ma corretta, ma è al min. 6,38 che gli arbitri
ravvisano un fallo di blocco all’empolese Corti, ma i Triestini non sfruttano il Power
play, grazie ad un ottimo penalty Killing biancoceleste, e ad un Buschi veramente
insuperabile.
L’inferiorità numerica superata brillantemente dai Biancocelesti infonde più coraggio
alle linee, che si affacciano più spesso vicino alla porta biancoarancio, e al minuto
12,08 il pubblico Empolese fa esplodere il palazzetto con l’urlo di gioia per il gol di
Toccafondi, che riprende il rimbalzo del portiere su un tiro violento di Pazzaglia,
infilandolo con un secco rasoterra in sotto i gambali di Gallesi, non del tutto
incolpevole.
La reazione del Polet è veemente, ma coach Carboncini impartisce l’ordine perentorio
di non scoprirsi, e i suoi ragazzi obbediscono ordinatamente, e con l’ausilio di Buschi
che non finisce di stupire, contribuendo anche a superare un altro power Play
Biancoarancio (Toccafondi per gancio di stecca, min. 15,46 ), riescono a concludere il
primo tempo in vantaggio.
Nell’intervallo, coach Ferjanic deve aver strigliato bene i giocatori del Polet, perchè
questi iniziano il secondo tempo con veemenza cresciuta, e anche con maggiore
aggressività, infatti al min.23,22 è Battisti a sedersi in panca puniti, ma i
Biancocelesti non sfruttano il Power Play.
Passa poco più di un minuto ed è ancora un triestino a finire in panca puniti, (Polloni,
min.26, 49, ma stavolta la linea Power play Empolese ci mette meno di un minuto a
sfruttare la superiorità:
Passaggio Pazzaglia- Branzanti, quest’ultimo tira violentemente verso il lato sinistro
della porta, e Capitan Errico si fa trovare pronto, deviando il disco sotto la traversa,
per un raddoppio, che provoca un altro boato entusiasta al pubblico empolese.
(min.27,00).
Il Polet dopo il raddoppio biancoceleste gioca in modo ancora più energico e
aggressivo, ma i biancocelesti, pur soffrendo, riescono a tenere testa ai triestini, gli
arbitri devono intervenire più volte da entrambe le parti, per tenere in mano le redini
della partita, e in panca puniti finiscono sia da una che dall’altra parte, anche se mai
per falli gravi.
E’ proprio su un Power Play biancarancio, che Buschi deve capitolare, (2 a 1 al
min.29,36, con Toccafondi in panca puniti).
I biancocelseti però non hanno nessuna intenzione di arrendersi, e al min. 36,17,
Branzanti con una splendida azione personale, corona la sua eccellente prestazione
col gol che ristabilisce le distanze (3 a 1 min.36,17).
I biancocelsti cercano di gestire, anche se i triestini non ci stanno, e lottano fino alla
fine.
Al min. 28,03 finisce in panca puniti Battisti, e coach Carboncini chiede ai suoi di
gestire il power Play per concludere indenni, ma stavolta i Biancocelsti non resistono
alla tentazione di presentarsi davanti alla porta biancarancio, e perdono il disco per
subire al min. 39,05 il 3 a 2 del Triestino Strasnik.
Il pubblico empolese deve tenere il fiato sospeso per altri 55 secondi, i triestini
tolgono anche il portiere per attaccare in cinque, ma Capitan Errico e i suoi resistono
anche se esausti, per incamerare una vittoria che corona una stagione ricca di
soddisfazioni.
Il sogno si è avverato, la grande soddisfazione di sconfiggere davanti al pubblico
amico una squadra di serie A1.
Ma ora il gioco si fa duro:
Dopo Pasqua i Flying Donkeys dovranno affrontare i Biancarancio a Trieste, su un
campo 25×50, e il loro compito sarà ancora più arduo.
Ma ormai i nostri ragazzi non finiscono più di stupire, e siamo convinti che
venderanno cara la pelle anche in casa dei triestini.


  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









4 utenti In linea

google
Ricerca interna: