EMPOLI CHIUDE IN TESTA (a pari merito) IL GIRONE DI ANDATA

Referto Gara // Classifica serie A2 – 2009/2010 //  Prossima Gara //

Gallery EMPOLI-MASSA

Gallery EMPOLI-MASSA

EMPOLI, 12.01.10 – Non è stato sicuramente il miglior Empoli di questo 1° scorcio di stagione quello che domenica si è imposto a fatica sullo Skating Massa per 8-6 conquistando la vetta della classifica. Una vetta che, in caso di vittoria nel prossimo turno dei Ghosts in casa dell’ultimo della classe Catania, vedrebbe anche Padova far compagnia a Cittadella e Flying Donkeys, a riposo nell’ultima giornata del girone di andata. Si andrebbe così al giro di boa con ben 3 campioni d’inverno di una serie cadetta quanto mai appassionante come quest’anno. Merito anche della neopromossa banda di coach Carboncini che forse ieri ha un po’ peccato, però, di presunzione sull’8-2 a proprio favore, subendo così un parziale di 4-0 da parte degli orange apuani guidati da uno strepitoso Bellé, pura classe unita ad una discreta fisicità tanto da mettere a dura prova un osso duro in difesa come Viti A., ieri particolarmente in affanno e nervoso. Da segnalare alcune discutibili decisioni arbitrali del sig. Simeoni, soprattutto nella ripresa, e il 1° gol in serie A del promettente Mirco Giorgetta.

1° tempo (5-2). Le squadre si affrontano subito a viso scoperto. Dopo 21” azione personale di Sani A. e miracolo di Tonarelli; dall’altra parte disco perso malamente da Branzanti, ci mette una pezza Armeni (40”). Un Massa molto combattivo non si fa intimorire dai tentativi di Beduini C. (1’), Branzanti (1’08”) e capitan Errico (1’48”), tenendo sempre in allerta il goalie di casa, decisivo su Bellé, il più talentuoso tra i Buzzards, e su un tiro dalla lunga di capitan Pellegrini. Al 4’48” sfortunato Sani A. la cui conclusione s’impenna poco sopra la traversa, mentre 5’07” è una gran parata di Tonarelli a negare il gol a Pazzaglia in una partita che si fa sempre più veloce, con rapidi capovolgimenti di fronte da ambo le parti. A sbloccare il risultato ci pensa una magia del solito Bellé che fa tutto da solo: prima beffa Viti A., che nell’occasione scivola pure, e poi infila il disco sotto i gambali di Armeni per il vantaggio ospite (0-1 al 5’20”). Dopo un altro tentativo dell’ottimo Beduini (6’17”) e una bella triangolazione tra Branzanti e Toccafondi (6’56”), è proprio quest’ultimo a siglare il gol del pareggio insaccando il disco al 7’55” dopo una prodigiosa respinta del portiere apuano su tiro a mezza altezza del 79 di casa (1-1). Un pareggio meritatissimo che premia il grande forcing di Empoli ed il suo leggero predominio territoriale. Al 9’ Corti pecca un po’ di egoismo provando la conclusione dalla lunga distanza con Errico tutto solo nella metà campo avversaria. Al 9’41” 1ª penalità della gara per fallo ai danni di Beduini, ma il powerplay non va a buon fine per i grandi riflessi di Tonarelli, prima su Errico (10’14”) e poi su Pazzaglia (10’30”), e per 2 errori sotto porta di Sani A., con coach Carboncini che prova anche a togliere Armeni giocando con 5 atleti di movimento prima che il disco venga intercettato dagli avversari e Simeoni decreti la nuova superiorità numerica a favore dei biancazzurri per un precedente fallo di Pellegrini. Stavolta il powerplay empolese è efficacissimo: perfetta circolazione del disco, 4 passaggi di prima e gol di Errico, appostato sul 2° palo, su assist di Branzanti (2-1 al 12’16”). Al 12’48” il match si fa in discesa per i padroni di casa: Tonarelli perde il controllo del disco, bravo Beduini a crederci e Simeoni a convalidare il gol del 3-1, regolarissimo, e a mandare sulla panca puniti per 10’ Ferrari, reo di eccessive e reiterate proteste. Quando Massa sembra oramai in affanno, un incredibile Bellé fugge in contropiede, va via a Viti e scarta pure Armeni dimezzando così le distanze (3-2 al 13’04”). Al 14’56” si ribaltano le parti: gli apuani prendono infatti sempre più coraggio, ma ad andare in rete sono i Flying Donkeys con Sani A. (4-2). Positivo nelle fila ospiti anche Andreoni, come Bellé assente in alcune precedenti uscite per infortunio. Al 16’09” ottima azione dei locali, con gran passaggio di Branzanti per Sani A. e miracolo di Tonarelli che si ripete qualche secondo dopo su Toccafondi. Dopo una clamorosa traversa al 17’27” di Branzanti, al quale domenica è mancato solo il gol (eccellente, come al solito, la sua prova), è Pazzaglia al 17’40” a trovare lo spiraglio giusto sul 1° palo per il 5-2 con cui le 2 squadre vanno al riposo. In precedenza Carboncini aveva gettato nella mischia anche Levante e il giovanissimo Giorgetta M..

2° tempo (3-4). La pausa sembra aver fatto molto bene ai padroni di casa che schierano in porta Buschi per un avvicendamento tra i pali preannunciato. Al 20’40” Toccafondi sigla la propria doppietta personale su assist di Branzanti (6-2). Carboncini si permette allora il lusso di schierare anche la 3 linea (Viti A., Sadocchi, Levante e Giorgetta M.). Al 23’07” fa il bis anche Sani A. (7-2), sugli scudi per 2 bellissimi assist e altrettanti tentativi di realizzazione, il 1° rovesciato, su passaggio smarcante del solito Branzanti, decisamente poco fortunato, il 2°, frutto della sua caparbietà, che invece va a buon fine. A suggellare il momento di grazia dei locali il 1° gol in serie A di Mirco Giorgetta servito, nell’occasione, da Levante (8-2 al 23’31”). A spezzare l’egemonia biancazzurra ci pensa al 23’43”, manco a dirlo, il solito Bellé (8-3). Dopo un miracolo di Tonarelli su tiro al sette di Branzanti (24’48”), Simeoni infligge una penalità a Viti A. (25’49”) che, in panca puniti, si lascia andare a un palese gesto di stizza prontamente sanzionato dal direttore di gara con ulteriori 10’ di sospensione temporanea. E in powerplay Massa riduce ulteriormente le distanze con Sarteschi (8-4 al 25’58”). Fase molto concitata del match, col pallino della manovra in mano quasi esclusivamente alla compagine ospite che manda a difendere la propria porta l’ex Giorgia Del Sere, subito in evidenza su una conclusione di Beduini (29’21”). Al 31’08” infortunio al ginocchio per l’autore dell’ultimo gol. Attorno al 32’ diventa protagonista Sadocchi, prima per un bel tiro scagliato da lontano, poi per un duro contatto subito in balaustra che spinge l’arbitro a mandare in panca puniti Ferrari. Una superiorità numerica a favore dei locali che dura appena 25” perché lo stesso Simeoni sancisce una penalità inesistente ai danni di Branzanti al 32’46”. Al 33’27” bene Sani A. in contropiede; al 33’45” è capitan Errico, rubato il disco, ad involarsi da solo verso la gabbia avversaria, ma sulla respinta di Del Sere colpisce in corsa il palo a porta sguarnita. Gol mangiato, gol subito, ancora per mano di Bellé che fa poker con tiro al sette in 3 vs 3 (8-5 al 34’10”). Ancora Bellé a fare il bello e il cattivo tempo al 34’25”: il 10 ospite scarta un paio di biancazzurri, compreso Corti che lo stende. Rigore, ma Buschi resta in piedi e Bellé spreca a lato lo shoot out che avrebbe potuto riaprire seriamente l’incontro. Al 36’ Giorgetta D. non c’entra la porta su retropassaggio di Toccafondi. Al 36’11” altra penalità contestatissima dal pubblico di casa, questa volta ai danni di Corti, e gol ospite in power play col tiro di Pucci A. leggermente deviato da Viti A. all’incrocio (8-6). Empoli decide allora di congelare il disco, colpendo poi di rimessa con Beduini C. al quale viene annullato, nel minuto conclusivo, un gol apparso ai più regolare. L’ultima azione degna di nota si verifica a 38” dalla sirena finale, con Del Sere – shout out per lei – che si oppone al tentativo di capitan Errico.

Post gara. E’ un dopopartita agrodolce quello che si è vissuto domenica al PalAramini. Da una parte la gioia per il 1° posto in classifica e per un girone d’andata al di sopra di ogni più rosea aspettativa, dall’altra la preoccupazione per il clamoroso black out della ripresa che verrà sicuramente analizzato alla ripresa degli allenamenti da coach Carboncini nel consueto faccia a faccia del martedì sera coi propri ragazzi.

  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









3 utenti In linea

google
Ricerca interna: