GIOVANI LEVE CORSARE A MONTEBELLUNA

Referto Gara // Classifica serie A2 – 2009/2010 // Galleria Fotografica // Prossima Gara//

20091128_222244_267

Gallery Montebelluna- Empoli

I Raiders Montebelluna erano considerati fra le squadre più forti e intenzionate a guadagnarsi la promozione nella massima categoria, insieme a Padova e Cittadella.
E’ per questo che la trasferta veneta era considerata tra le più insidiose del Campionato, soprattutto ricordando il secco 0-9 subito dai Donkeys a Padova. Sabato mattina, alle preoccupazioni per la difficile trasferta, si è aggiunta la tegola della defezione dell’attaccante di prima linea, Lorenzo Toccafondi, a causa di un improvviso attacco febbrile.

Coach Carboncini ha fatto una scelta difficile, che però si è dimostrata vincente: In prima linea ha affiancato Mirco Giorgetta ad Alessio Sani: Un quindicenne in prima linea in una partita di serie A! La qualità di gioco non ne ha risentito negativamente, e la seconda linea in questo modo non è rimasta snaturata.

La partita si preannuncia subito grintosa, e i Raiders insidiano subito Federico Buschi, che dimostra subito di che pasta è fatto, con una serie di belle parate. I Flying Donkeys non sono da meno, e a loro volta riescono ad impegnare il portiere Montebellunese. Al min. 2.10 l’arbitro Sirok spedisce in panca puniti Sagui di Montebelluna, e durante il Power Play anche Monti, il 4 contro 2 però dura poco, perchè al min.3,54 è il nostro Pazzaglia a finire in panca puniti.

Al min.5,16 è l’Empolese Sani a dover scontare una penalità, a causa di un rientro anticipato dalla penalità per una incomprensione tra tavolo del cronometro e arbitro, ma, ha pagato l’Empoli…. col gol dell’1 a 0 segnato dai Raiders in Power Play (min.6,53, Bezzi).

Al min.6,38, altro episodio dubbio: Branzanti (autore di una partita esemplare) chiede il cambio, ma quando arriva vicino al cancelletto, riceve il disco, e va verso la porta. Viti mette i piedi in campo, riuscendo subito, ma l’arbitro assegna la penalità per 5° uomo in campo, nonostante non avesse influito sul gioco, e non fosse entrato per più di mezzo metro. La penalità viene scontata da Beduini, e il Power Play permette ai Raiders di raddoppiare.(min.7,03, Sartor).

I Flying Donkeys reagiscono, ed è Branzanti, in splendida forma a suonare la carica, e con una spettacolare azione personale beffa il portiere dei Raiders, portando i Biancocelesti sul 2 a 1.

La reazione dei Montebellunesi è veemente, e Pazzaglia finisce in panca puniti per la seconda volta.(min.9,38). I raiders non sfruttano il Power Play, anche grazie alla grinta della linea Penalty Killing, composta da Sani, sempre pronto a rubare il disco, e da un Federico Buschi, che conferma il suo stato di grazia, insieme ai difensori Branzanti e Viti. I Raiders assediano la porta di Buschi con insistenza, ma la sterilità dei loro attacchi li rende più nervosi, e finiscono in panca puniti prima Sagui (min.15,20 seconda penalità), e poi Bovo (min.19,19).

I Flying Donkeys finiscono il primo tempo in Power Play, e così iniziano il secondo, con rinnovata grinta.

Al min.23,44 è Sadocchi a dover lasciare il campo per 2 minuti per ostruzione, ma anche stavolta i Raiders non ne approfittano, al min. 32,32 tocca a Giacomini del Montebelluna.

Durante il Power play, Pazzaglia prende la terza penalità, per salvare un disco perso (min 2+10 al min.33,06), e i due minuti di penalità minore vengono scontato dal giovanissimo Cosimo Beduini. Il Power Play Montebellunese non ha effetto, e allo scadere della penalità (min.33,06), Cosimo beduini rientra in campo come un fulmine, riceve il disco da Branzanti, e beffa il portiere dei Raiders con una finta magistrale. E’ il pareggio meritatissimo, che esalta i numerosi accompagnatori dell’Empoli e ammutolisce il tifo locale.

Ma non è finita. Al min. 36, 58 Sagui subisce la terza penalità, e sul conseguente Power Play, Beduini sostituisce Pazzaglia espulso.
Al min.37,50 è l’apoteosi, Beduini in una mischia sotto porta riceve il disco da Sani, e beffa il portiere dei Raiders per la seconda volta, per la sua personale doppietta, e il gol del vantaggio Empolese.

Mancano meno di 4 minuti alla fine, e l’imperativo di Coach Carboncini, è gestire fino alla fine. Mette in campo insieme 4 leoni, Alberto Viti, Stefano Branzanti, Alessio Sani, e Capitan Errico, che con Federico Buschi davanti alla gabbia resistono con orgoglio agli attacchi furiosi dei Raiders. Emblematico Viti, che lanciandosi a terra col corpo para un disco sparato da un avversario a pochi metri dalla porta.

Sani e Errico che insieme arginano gli attaccanti avversari, e infine Corti, che entra in campo per sostituire l’esausto Viti, proprio nel momento in cui i Raiders tolgono il portiere, per mettere in campo il 5° giocatore.

Niente da fare per il Montebelluna, oggi i Flying Donkeys più che ciuchini sembrano tigri! Tre punti pesantissimi per l’Empolihockey, sia per la classifica, sia per il morale. L’ulteriore nota positiva viene dai giovanissimi, Mirco Giorgetta(‘94), Cosimo Beduini(‘92), e Federico Buschi (‘92), che stanno ripagando con gli interessi la fiducia che il Coach Carboncini, e Capitan Errico, hanno posto in loro!

Adesso dobbiamo però rimettere i piedi in terra, e prepararci per la prossima partita.

I Flying Donkeys incontreranno, Domenica 6 Dicembre, davanti al pubblico amico i Catania Flames, che arriveranno a Empoli decisi a vendere cara la pelle!


  • 06-BAR STADIO – Empoli (FI)
  • 08-Comune di Empoli
  • Chianti banca
  • Lions
  • NATURHOUSE






  • login









6 utenti In linea

google
Ricerca interna: